Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

LA CORAZZATA AZZURRA IN BELGIO PER L'ECA CUP: 5 SQUADRE IN CAMPO A MECHELEN

images/large/ECA_CUP8.jpg
CANOA POLO

La canoa polo italiana sbarca a Mechelen, in Belgio, dal 29 al 30 giugno per la prima tappa di ECA Cup che vedrà la partecipazione di undici nazioni europee. Il team azzurro sarà come sempre molto nutrito con due squadre senior, due under 21 e un team femminile. Il tradizionale torneo belga, la Flanders Cup, rappresenta di fatto il primo impegno ufficiale per il gruppo guidato dal direttore tecnico Rodolfo Vastola e, soprattutto, sarà l’occasione per testare lo stato di forma delle squadre. Al tempo stesso sarà l’occasione per capire come i nuovi regolamenti varati dalla ICF influiranno sull’andamento delle partite. 

“Cerchiamo di partecipare a questi eventi con il maggior numero possibile di giocatori per consentire al movimento di crescere e ai giovani di fare esperienza. Inoltre sarà fondamentale anche in vista degli Europei di Coimbra a fine agosto”, ha spiegato il dt che a Mechelen sarà coadiuvato dai tecnici federali Riccardo Ibba, Fabio Sauro, Cristian Aprile e Luca Bellini nella doppia veste di tecnico e giocatore, oltre a Fancesca Ciacio responsabile della squadra femminile. “Il nostro è un gruppo consolidato e vincente, per questo siamo chiamati a puntare sempre in alto. Sono curioso di capire come le modifiche regolamentari influiranno sulle dinamiche di gioco - aggiunge Vastola - perché non sappiamo come saranno recepite degli stessi arbitri. Appare chiaro che andranno riviste ma attualmente rendono impossibile determinare l’esito del torneo. Restano comunque i valori delle singole squadre e tra le possibili protagoniste, oltre all’Italia, vedo la Germania, la Francia e la Gran Bretagna che ha operato un importante ricambio generazionale”. 

LE DUE SQUADRE SENIOR MASCHILI

Nel torneo senior l’Italia schiererà ben due formazioni. Un gruppo vincente quello azzurro che nel 2019 ha conquistato l’argento mondiale in Canada e il successo nell’ECA Cup di Milano. Il format di gara prevede una prima fase con tre gironi: le prime due classificate di ciascun girone saranno divise in due ulteriori gruppi, al temine degli incontri le prime due classificate si affronteranno per la finale. “Abbiamo la consapevolezza di essere un gruppo vincete, siamo chiamati a confermarci ma al tempo stesso dobbiamo anche rinnovarci dal punto di vista tattico per cercare di essere ancor più competitivi”. Il primo team azzurro è inserito nel Gruppo B con Spagna, Gran Bretagna, Portogallo e Germania B e sarà composto da: Luca Bellini, Andrea Bertelloni, Jan Erick Haack (Pro Scogli Chiavari), Andrea Romano,Gianmarco Emanuele,Davide Novara, Edoardo Corvaia, Fabrizio Santino (Pol. Canottieri Catania) e la new entry Giuseppe Perrotti (CN Posillipo). L’altra formazione, nel Gruppo A con Germania A, Danimarca, Svizzera e Gran Bretagna B, sarà composta da: Vincenzo Nugnes, salito dall’under 21 e Ciro Lucci (CN Posillipo), Andrea Costagliola, Fabrizio Massa (CC Napoli), Gianluca Distefano (Cus Catania), Paolo Zifferero (Canottieri Eur) e Giacomo Fanti (Canottieri Ichnusa). 

azzurre bronzo

 

L’ITALDONNE ALZA IL TIRO ALLA RICERCA DELLA CONSACRAZIONE

La nazionale femminile di canoa polo è chiamata ad alzare il tiro in questo appuntamento continentale. Dopo lo storico bronzo mondiale conquisto in Canada, le azzurre sono chiamate a confermare quel percorso di crescita costante che le ha contraddistinte fino ad oggi.  “Le ragazze sono in grande forma e mi aspetto un buon torneo da parte loro”, spiega Vastola. "E’ una squadra matura con atlete di ottimo livello, ora devono trovare maggiore convinzione e consapevolezza per arrivare in fondo alla competizione”.L’Italia femminile, inserita nel Gruppo A con Germania, Olanda, Danimarca e Svezia, sarà composto da: Roberta Catania, Silvia Cogoni, Vittoria Russello, Flavia Landolina (Pol. Can. Catania), Maria Anna Szczepanska, Ada Prestipino (CC Aniene), Chiara Trevisan e Maddalena Lago (Canoe Rovigo). 

azzurrini bronzo

UNDER 21 ALL'ESAME IN CAMPO INTERNAZIONALE 

Il gruppo dell’under 21 si presenta alla prova continentale forte della medaglia di bronzo conquistata ai mondiali in Canada lo scorso anno. Anche in questo caso l’Italia schiererà due squadre con l’obiettivo di far crescere il movimento dei giovani polisti azzurri. “Sono due squadre di buon livello ma essendo un nuovo ciclo dobbiamo capire come reagiranno al palcoscenico internazionale. L’obiettivo comunque  - sottolinea Vastola - è quello di aumentare il loro bagaglio di esperienza e questa è sicuramente un’occasione di crescita importante per loro”. Il primo team sarà formato da: Edoardo Pulcini (Canottieri Eur), Michele Ibba (Canottieri Ichnusa), Michele Manuel Pugliese, Vincenzo Lucci, Pasquale Ingenito (CC Napoli), Ettore Romano (Marina San Nicola), Francesco Barbagallo (Canoa Catania) e Samuele Vernice (Idroscalo Club). L’altra formazione sarà composta da: Jalaal Bouderka, Federico Fanni (Canottieri Ichnusa), Pietro Iuvara (Canoa Catania), Massimo Palladino, Rocco Porcelli (Nazario Sauro), Davide Di Meo (CC Napoli), Eugenio Maria Serafino (Canottieri Eur) e Francesco Gabriele (Idroscalo Club). 

LIVE E RISULTATI: http://www.flanderscup.eu/organisatie.html