Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

INIZIA L'AVVENTURA OLIMPICA: LUCREZIA ZIRONI ED EZIO CALDOGNETTO IN VIAGGIO VERSO BUENOS AIRES

images/large/ca972349-d56f-49e4-8fab-a2f5676c8380.JPG
BUENOS AIRES 2018

Parte a Buenos Aires la terza edizione dei Giochi Olimpici Giovanili. La rassegna a cinque cerchi sotto l'egida del Comitato Olimpico Internazionale, vedrà protagoniste le categorie giovanili delle diverse specialità olimpiche. La canoa sarà rappresentata da Lucrezia Zironi, modenese in forze alla Canottieri Mutina. L’azzurrina, classe 2002, ha conquistato lo scorso anno la medaglia d’oro nel K2 200m e quella d’argento nel K4 200m agli EYOF di Gyor, e quest’anno ha raccolto convocazioni europee e mondiali in categoria junior.

Lucrezia ha ottenuto il pass olimpico nel K1 femminile lo scorso aprile, durante l’evento qualificante di Barcellona. Pur essendo specialista d’acqua piatta, Lucrezia ha dimostrato di sapersi ben destreggiare anche nel test d’acqua mossa, tra paline e manovre di eskimo, esprimendo al massimo la sua duttilità e accedendo con la sesta posizione nel ranking delle migliori canoiste europee. Ad accompagnarla, oltre gli 83 compagni protagonisti della missione ufficiale del CONI, ci sarà il DT Ezio Caldognetto, responsabile federale per l’attività giovanile. Le competizioni di canoa si svolgeranno all’interno del distretto sportivo definito “Urban Park”, con inizio il 12 ottobre e chiusura il 16 ottobre.

La gara si articolerà in due eventi: lo sprint “head to head” (12-13 ottobre) e la prova di slalom “ad ostacoli” (15-16 ottobre). Lo sprint si svolgerà su un campo a forma di otto. Gli atleti gareggiano in un format “head to head”, ovvero un testa a testa in barca singola: il percorso è composto da un rettilineo di 80 metri con giro di boa, un seguente di 160 metri in diagonale, prima dell’ultimo giro di boa e chiusura sempre sugli 80 metri, con partenza e arrivo sulla stessa linea. I due atleti partiranno in contemporanea, ma correranno in direzioni opposte. Anche lo slalom si svolgerà con format “head to head”: un rettilineo con passaggi tra boe ed eskimo obbligatorio. La partenza avverrà, come nelle qualifiche, con il lancio in acqua da una rampa di sei metri circa.

“Siamo in partenza per una splendida esperienza che vale già una vittoria perché per il gruppo europeo sono solo sei le nazioni qualificate”, ha commentato alla vigilia del volo per Buenos Aires il DT Ezio Caldognetto. “Per Lucrezia, in primis, e per il mondo della canoa, è già un attestato di qualità che dimostra il lavoro dei ragazzi, degli allenatori, delle società e delle loro famiglie. Partiamo già con la serenità di aver raggiunto un grandissimo obiettivo! Per noi sicuramente rappresenterà un occasione di confronto con allenatori e atleti - ha concluso - per arricchirci di un’esperienza di valore mondiale sotto il logo dei cinque cerchi olimpici.”

La delegazione canoa arriverà domani al Villaggio Olimpico, nel quartiere di Villa Soldati a sud di Buenos Aires, con i ragazzi dell'atletica, del karate, del pentathlon moderno, del pugilato, del taekwondo, del tiro con l'arco e dei tuffi. Il sipario si alzerà sabato sera con una cerimonia di apertura inedita, per la prima volta ospitata non in uno stadio ma nel cuore della città, in Avenida 9 de Julio nei pressi dell'obelisco, monumento iconico della capitale argentina. Nel corso dello spettacolo, destinato a celebrare in modo particolare il raggiungimento del traguardo della parità di genere a livello di atleti partecipanti, con lo stesso numero di ragazzi e ragazze in gara, sarà lo schermidore Davide Di Veroli a sventolare il tricolore (primo portabandiera maschile agli YOG estivi dopo due ragazze), capitanando la delegazione italiana in piazza, prima dell'accensione del tripode in un tripudio di suoni, luci e colori all'insegna dello spirito inclusivo alla base della manifestazione #feelthefuture.

Alla cerimonia di apertura sarà presente anche il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, insieme al Segretario Generale, Carlo Mornati, e al Capo Missione Anna Riccardi. C’è grande attesa per l'inizio dell'evento, innovativo dal punto di vista tecnico, con un programma di ben 32 discipline.

PAGINA EVENTO

SITO UFFICIALE: https://www.buenosaires2018.com/
LIVE STREAMING: www.olympicchannel.com
SOCIAL MEDIA: Facebook, Twitter, Instagram & YouTube