Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

CONTINUA L'AVVENTURA MONDIALE J/U23 A PITESTI, DOMANI IN ACQUA SUI 200m

images/large/IMG_9997.JPG
CANOA VELOCITA'

Continua l’avventura iridata delle squadre azzurre di canoa velocità, in gara nel bacino rumeno di Pitesti, per i Campionati del Mondo riservati alle categorie junior e under 23. Italia che nella giornata odierna ha disputato ben 7 massime finali, non riuscendo però a conquistare posizioni da podio.

Chiude in settima posizione Mykola Vykhodtsev nel C1 1000m junior maschile. L’azzurro non riesce a ripetere la performance europea e si ferma sul 04:19.547, con l’oro va al collo del cubano Jose Cordova (04:06.947), seguito da Repubblica Ceca e Germania, rispettivamente argento e bronzo. Conclude con il settimo tempo anche il fiorentino Tommaso Freschi (03:51.517) nella finale del K1 1000m under 23 maschile, vinta dall’australiano Thomas Green (03:41.946). Fabrizio Mattia porta a termine la finale del C1 1000m under 23 in 04:20.927, tempo che gli vale l’ottava posizione, nella prova dove è il tedesco Conrad Scheibner ad indossare il prezioso oro.

Davide Franco e Giovanni Penato, alla loro prima esperienza in acque iridate e dopo aver centrato un’importante finale nel K2 1000m junior, concludono in settima piazza, con il crono di 03:39.598. A salire sul podio sono rispettivamente Germania, Ungheria e Spagna. Nella finale A del C2 1000m junior maschile Gabriele Casadei e Dawid Szela, bronzo continente poche settimane fa, si fermano in quinta posizione (04:11.450), mancando il podio per 4 secondi. A dominare è la Russia, seguita da Bulgaria e Germania.

Sfiora il podio per 8 decimi di secondo l’equipaggio del K2 1000m under 23 composto da Matteo Cavessago e Luca Boscolo Meneguolo. Gli azzurri sul finale non riescono ad aumentare il passo e si posizionano quarti (03:30.427), a ridosso di Ungheria, Australia e Germania, che occupano il podio iridato di specialità. Chiude in nona posizione il C2 1000m under 23 di Mattia Alfonsi e Davide Cestra (04:13.292), in una prova dal dominio tedesco, seguito da Romania ed Ucraina.

Francesca Cabras è, invece, nona nella finale B del K1 1000m junior femminile (04:46.801).

Gli altri azzurrini in gara si fermano in semifinale. Giacomo Rossi chiude la semifinale del K1 junior 1000m in 03:58.210 tempo che gli vale solo la settima posizione, senza possibilità di accesso in finale. Niente da fare per le ragazze del K4 under 23 con Sara Daldoss, Meshua Marigo, Giulia Senesi e Sara Mrzyglod che chiudono la semifinale del K4 500mt in sesta posizione, segnando il tempo di 01:45.518 e rimanendo fuori da una delle nove corsie finali.

Sabato prove riservate alle semifinali e finali sui 200m e mentre nel pomeriggio si concluderanno le batterie sulle restanti gare dei 500m. Domenica l’assegnazione dei titoli continentali sulle ultime gare dei 500m.

Ricordiamo che in riferimento agli orari di gara, il local time di Pitesti è +1 rispetto all'Italia (alle 8 ora italiana, ad esempio, saranno le 9 a Pitesti).

Le gare sono in live streaming su: https://www.canoeicf.com/canoe-sprint-world-championships/pitesti-2019

Risultati disponibili in tempo reale su: http://pitesti2019.spotfokus.com/