Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

MONDIALI J/U23: STORICO BRONZO NEL K2 MISTO CON DEL GRATTA E PANIZZUTTI, IL BOTTINO AZZURRO E' DI 3 MEDAGLIE

images/large/240474757_4686793821332988_1864964714991811472_n.jpg
CANOA VELOCITA'

I Campionati del Mondo junior e under 23 si chiudono in bellezza per la nazionale italiana di canoa velocità. Nell’ultima giornata di gare a Montemor-O-Velho, in Portogallo, arriva la terza medaglia per gli azzurri nel K2 500 misto, categoria junior. Sara Del Gratta (CC Livorno) e Matteo Panizzutti (Can. Mestre) conquistano il primo bronzo in equipaggio misto nella storia della canoa italiana. Il tempo di 1.46.95 li colloca sul terzo gradino del podio, a 4 decimi dalla barca ungherese composta da Dorna Decsi e Zsombor Panyik, argento in 1.46.56. Titolo iridato per la Germania di Vanessa Stramke e Jan Graf con il tempo di 1.45.50. 

Due invece le ammiraglie azzurre in finale: nel K4 500 junior Gabriele Duchini (CC Aniene), Achille Spadacini (Pol. Verbano), Matteo Bazzano (Can. Ticino Pavia), Luca Gasparini (Can. Mestre) conquistano il quinto posto con il tempo di 1.25.32 a +3.25 dall’oro conquistato dall’equipaggio russo (1.22.07). Argento per la Spagna (1.22.72), bronzo alla Germania (1.23.22). Sfiorano il podio invece le juniores del K4 500 azzurro: Margherita Valerosi e Giada Rossetti (Canottieri Timavo), Laura Chiaberge (CN Oristano) e Stefania Stagni (CMM Nazario Sauro) si piazzano al 4° posto in 1.42.85 nella gara vinta dalla barca ungherese (1.39.30). Completano il podio la Germania, argento in 1.40.51 e la Spagna (1.41.20). 

L’altro equipaggio misto composto da Sara Vesentini (Canottieri Mincio) e Luca Boscolo Meneguolo (Canottieri Padova) chiude invece in nona posizione (1.49.25) la finale del K2 500 under 23. Samuele Burgo (Fiamme Gialle) si piazza al secondo posto nella finale B del K1 500 under 23 con il tempo di 1.40.95 alle spalle dello spagnolo Aitor Gorrotzategi (1.40.95) mentre Matteo Panizzutti (Can. Mestre) è terzo nella finale B del K1 500 junior con il tempo di 1.46.06. 

Il commento del Direttore Tecnico Ezio Caldognetto, a margine dell'evento iridato: "Si conclude una stagione straordinaria, straordinaria perchè si arriva dopo un momento difficile causato dalla pandemia, che ha lasciato i più giovani senza gare di livello per quasi due anni, non dandogli la possibilità di esprimersi in campo interanzionale. Questa trasferta puo' quindi definirsi "straordinaria" per il lavoro che hanno saputo fare le società nel tenere coinvolti, motivati e allenati i ragazzi. E straordinari sono stati i risultati che ci fanno figurare come ottava nazione nella classifica ICF. Indipendentemente dalle performance dei singoli, è stata una grandissima spedizione di squadra, dove oltre il 70% degli equipaggi italiani presenti ha presto la finale A. Questo ci fa capire la forza del nostro movimento e di tutta la scuola italiana, perché i risultati sono arrivati nel kayak maschile, in quello femminile e nella canadese maschile, mentre nella canadese femminile si è iniziato un progetto di media scadenza che guarda con coraggio a Los Angeles 2028. Sono tante le cose che già abbiamo raccolto ma sono sicuro che ci dararanno ancora tanti risultati in futuro. Questi risultati sono ovviamente merito del lavoro degli allenatori societari e delle società ma è doveroso ringraziare lo staff, che ho avuto l'opportunità di coordinare, composto da Stefano Grillo, Danio Merli, Andrea Lilliu e Edem Muradasilov, perchè lavorando insieme abbiamo creato uno spirito di squadra magico che ha fatto sentire la squadra nazionale una vera famiglia apace di superare tante difficoltà e allo stesso tempo di gioire insieme per i successi ottenuti. E' quindi una grandissima soddisfazione aver potuto guidare un team in una stagione così impegnativa, con le società brave a riorganizzare e coordinare un improvviso spostatamento delle date di gara. Con fierezza posso dire grazie a tutte le componenti della canoa italiana, in primis ad atleti, genitori, famiglie, società, allenatori e alla Federazione che ci ha sostenuto con una segreteria federale che è riuscita a gestire tutto al meglio in un momento di estrema difficoltà. E' stata una bellissima stagione a cui ricambiamo con la dedica di questi risultati."

Risultati e live streaming: https://www.canoeicf.com/canoe-sprint-world-championships/montemor-o-velho-2021