Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

MONDIALI: A COPENAGHEN BUONE PRESTAZIONI AZZURRE A RIDOSSO DEL PODIO

images/2021_news/slalom_2021/large/Schera.JPG
CANOA VELOCITÀ

Cala il sipario sulla terza giornata di gare nel bacino iridato di Copenaghen, in Danimarca, sede del Campionato del Mondo di canoa velocità. Italia che, in questa prima giornata di finali, non riesce ad andare a medaglia ma si conferma tra i paesi più forti al mondo, collezionando posizioni di rilievo a ridosso del podio.

Sei le finali disputate oggi con l’Italia che si è particolarmente distinta nella prova del K1 1000m con Andrea Schera  che si è posizionato ad un passo dai migliori. Il 24enne siciliano in forze al GS Fiamme Gialle dimostra un’ottima capacità gestionale di gara e in rimonta taglia il traguardo in quarta posizione  (3:31.26), a meno di otto decimi dal bronzo bielorusso Aleh Yurenia. Il titolo mondiale va al collo del portoghese Fernando Pimenta, che conclude la prova in 3:25.82, battendo il campione olimpico in carica l’ungherese Bálint Kopasz (3:26.49) per 67 centesimi.

La finale del K2 200m femminile si conclude con un quarto posto per le duecentometriste Irene Bellan (GS Fiamme Oro) e Francesca Genzo (GS Fiamme Azzurre). La coppia triestina è veloce ma non così tanto da raggiungere la medaglia. Sul traguardo segna il tempo di 38.05, che gli vale un sorprendente parimerito con l’equipaggio bulgaro di Volha Khudzenka e Maryna Litvinchuk. Medaglia d’oro alla Federazione Russa di Kristina Kovnir e Anastasiia Dolgova, (37.41), argento all’Ungheria di Anna Luca e Blanka Kiss (37.65). Alla Polonia di Dominika Putto e Katarzyna Kolodziejczyk va invece il bronzo (37.67).

Si ferma ai piedi del podio anche il C2 1000m di Gabriele Casadei (GS Fiamme Oro) e Mykola Vykhodtsev (CK Sardegna Le Saline). I giovanissimi i campioni del mondo Under 23, all’esordio nella massima categoria, sfiorano la medaglia tagliando il traguardo al quarto posto in 3:37.68, subito dietro Federazione Russa (3:32.83), Polonia (3:34.38) e Cuba (3:35.22).

Francesca Genzo conferma il risultato dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020 chiudendo le prova del K1 200m femminile in settima posizione (41.31).  E’ la danese Emma Jørgensen, bronzo olimpico sia sui 200m che sui 500m, ad imporsi davanti al pubblico di casa terminando la prova sulla breve distanza in 39.98, davanti all’ungherese Anna Lucz (40.71) e alla Federazione Russa di Natalia Podoloskaia (40.79), rispettivamente in seconda e terza posizione.

Carlo Tacchini (GS Fiamme Oro) chiude all’ottavo posto, con il tempo di 4:00.63, la finale della disciplina olimpica del C1 1000. Ennesimo titolo iridato alla Germania, questa volta con il giovanissimo Conrad Scheibner (3:50.73), argento al ceco Martin Fuksa (3:51.39), bronzo all’ungherese Balazas Adolf (3:51.69).

Nel K1 1000 femminile Agata Fantini (GS Marina Militare) conclude il suo mondiale con un nono posto in finale ed il crono fermo sul 4:08.74. Vittoria per l’Ungheria di Alida Gazso (3:56.04), seconda la britannica Lizzie Broughton (3:59.29), terza la dance Pernille Knudsen (4:00.32).

Nelle ultime batterie e semifinali pomeridiane, il team azzurro conquista un ulteriore pass per le finali di domani con Carlo Tacchini che va a prendersi la qualificazione anche nel C1 500m grazie al terzo tempo in semifinale (1:50.18). 

Con il quarto tempo  (1:41.41) Tommaso Freschi è il primo degli esclusi nella semifinale del K1 500 e dovrà accontentarsi di disputare la finale B. Stessa sorte per il K2 200m mix di Francesca Genzo e Andrea Domenico Di Liberto, che non riesce ad accedere alla finale fermandosi in quarta posizione (35.27).

Domani, domenica 19 settembre, si assegneranno le ultime medaglie in palio ed i relativi titoli iridati. Chiusura con le consuete gare sui 5000 metri in programma nel pomeriggio. In gara, a partire dalle ore 10:30, Agata Fantini disputerà la finale B del K1 500m mentre, alle 10:42, sarà Tommaso Freschi a pagaiare nella finale B del K1 500m. Alle 11:11 toccherà ad Andrea Domenico Di Liberto che cercherà l’impresa nella finale A del K1 200m, così come il C2 500m di Nicolae Craciun e Daniele Santini alle ore 11:42. Carlo Tacchini sarà in acqua alle 12:06 nella finale A del C1 500m mentre Francesca Genzo e Andrea Domenico Di Liberto si cimenteranno nella finale B del K2 200m mix. Tacchini tornerà poi in acqua per la distanza lunga alle 15:10 con la prova del C1 5000m, così come Agata Fantini (15:50) e Andrea Schera (16:25), rispettivamente nel K1 maschile e femminile. 

COME SEGUIRE LE GARE

Tutte le fasi preliminari saranno in live streaming sul canale YouTube dell’International Canoe Federation e in crossposting sui canali web e social della Federcanoa, mentre sarà ampio lo spazio dedicato dall'emittente di stato Rai Sport che trasmetterà in diretta tutte le finali di domenica, dalle 11:00 alle 12:45 su Raisport HD canale 57. La telecronaca sarà affidata a Federico Calcagno con il commento tecnico di Ezio Caldognetto. 

LIVE RESULTS - INFO E PROGRAMMA GARE - LIVE STREAMING