Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

IVREA 2018, UN ARGENTO ED UN BRONZO NELLA PRIMA GIORNATA DEL CAMPIONATO DEL MONDO J/U23 DI CANOA SLALOM

images/b33d9cd8-9cf8-4fd4-83c7-76d76885de7c.jpg

Si con due medaglie, un argento ed un bronzo, la prima giornata dei Campionati del Mondo Junior e Under 23 di canoa slalom dedicata alle gare a squadre. A firmare il primo successo di bronzo sono le tre agguerrite ferraresi Francesca Malaguti, Elena Borgi e Marta Bertoncelli nel K1 junior femminile; mentre nel pomeriggio protagonisti i ragazzi del K1 under 23 maschile Marcello Beda, Davide Ghisetti e Jakob Weger, che si tingono d’argento dopo un’emozionate discesa.


Le azzurrine del K1 junior sono veloci e precise, con un percorso ordinato e senza errori tra le rapide del fiume Dora difficili da interpretare. Uno scambio efficace sulla combinazione 8-10 per scendere poi in volata sul tracciato, in una danza armonica chiusa con lo scatto finale sull’arrivo che le porta a tagliare il traguardo in 110.40 a +1.02 dalla Repubblica Ceca di Antonie Plochmann, Lucie Nesnidalova, Katerina Bekova (109.38). Slovenia d’argento con Eva Alina Hocevar, Lea Novak, Sara Belinga, a +70 dalle azzurre. La Francia incappata in un amaro salto di porta sulla 10 e conseguente +50, mentre a confermare il bronzo tricolore c’è un eskimo mal riuscito che ferma le tedesche campionesse del mondo in carica. Le tre pagatrici azzurre gareggiano insieme anche a livello di club, sotto il sodalizio del Canoa Club Ferrara. Allenate dal tecnico societario Paolo Borghi, nonché collaboratore tecnico federale, Francesca, Marta ed Elena vengono catapultate dal titolo italiano al bronzo mondiale. Complicità dentro e fuori l’acqua è la chiave del successo, mentre a caldo hanno dichiarato: "Ci siamo davvero divertite, è stata una gara fantastica!”


A poche ore di distanza, gli spalti dell’ansa della Dora tornano ad esultare per la splendida ed emozionante gara dei K1 under 23 maschili. Secondi solo ai rapidissimi cugini d’oltralpe, i talenti azzurri del kayak monoposto centrano uno splendido argento. Atleti d’esperienza come Marcello Beda e Davide Ghisetti già protagonisti quest’anno in categoria senior, affiancati da Jakob Weger, altoatesino già oro europeo junior 2016 e argento europeo under 23 2017. Il terzetto affronta con sicurezza e rapidità il tracciato, con grande attenzione ai dettagli e senza sbavature. Ne esce una prova d’autore chiusa in 90.31, a +2.10 dalla Francia campione del mondo con Mathurin Madore, Malo Quemeneur e Clement Travert. Ad accontentarsi del bronzo è l’Austria, che tra le acque di Ivrea è stata protagonista di una simpatica sfida di famiglia: tra le sue fila troviamo Mattias Weger, fratello maggiore di Jakob che gareggia sotto bandiera austriaca e che quest’oggi si è visto superato dal “piccolo” di casa.


BUONI PIAZZAMENTI MA SENZA ULTERIORI MEDAGLIE PER I RESTANTI AZZURRI


Due tocchi di palina tolgono il sogno del podio ai ragazzi del K1 junior maschile. Amaro quarto posto in 97.46 per Leonardo Grimandi, Jakob Luther e Valentin Luther che incappano in alcune sbavature e mancano di precisione nella parte centrale del percorso lasciando l’ultimo grandino del podio alla formazione tedesca. Argento per la  squadra cecoslovacca, mentre a trionfare sono i francesi Julien Ajaud, Vincent Delahaye e Anatole Delassus. Nella canadese monoposto maschile i team italiani in gara sia negli under che negli junior chiudono le rispettive prove con due quinti posti. Raffaello Ivaldi, Gabriele Ciulla e Paolo Ceccon si posizionano subito dietro Germania, Francia, Gran Bretagna e Repubblica Ceca e nonostante una prova esente da penalità terminano in 102.19, attardati di + 7.41 rispetto ai teutonici Lennard Tuchscherer, Leon Hanika, Timo Trummer (94.78). Medaglia d’argento per la Francia di Cedric Joly, Lucas Roisin, Valentin Marteil (97.21), terzi gli inglesi Thomas Abbott, William Smith, Samuel Ibbotson (99.03). Stessa sorte per i compagni tricolore Flavio Micozzi, Matteo De Franco, Marcello Semenza che nella prova a squadre del C1 junior chiudono quinti in 107.88, con una prova macchiata da due tocchi di palina e che assegna alla Francia di Nicolas Gestin, Jules Bernardet, Alexis Bobon il titolo mondiale di categoria. Repubblica Ceca d’argento, mentre il bronzo va al collo della Slovenia. Non riescono a bissare la medaglia le ragazze del C1 junior femminile Marta Bertoncelli, Elena Borghi ed Elena Micozzi, incappate in due salti di porta durate la combinazione finale 16-18. Ad imporsi con abilità nella stessa gara sono le ceche Gabriela Satkova, Tereza Kneblova e Eva Rihova.


Timetable, start list and risultati live: https://www.canoeicf.com/canoe-slalom-world-championships/ivrea-2018/rankings-results


Official website: http://www.ivreaworlds.it/site/it