Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

ESORDIO IRIDATO A RIO DE JANEIRO, AZZURRI FUORI DAL PODIO NELLA PROVA A SQUADRE

images/large/IMG_3126.JPG
CAMPIONATO DEL MONDO SLALOM

Giornata di apertura, nelle acque dell’impianto olimpico di Rio de Janeiro, per la kermesse iridata di canoa slalom. Prima mattina di gare dedicata interamente alle prove a squadre con l’Italia che lascia fuori dal podio entrambi i team azzurri del K1 e del C1 maschile, rispettivamente in ottava e nona posizione.

I primi a scendere l’insidioso canale sud americano sono gli specialisti della canadese monoposto. L’Italia schiera in acqua il terzetto del mondiale 2017: Roberto Colazingari (GS Carabinieri) Raffaello Ivaldi e Stefano Cipressi (Marina Militare), chiudono al nono posto in attesa di tornare in azione, nei prossimi giorni, nella prova individuale. A condurre il percorso è Raffaello Ivaldi con, a seguire, Colazingari e Cipressi. Dopo una partenza veloce e coordinata, uno sfortunato tocco in risalita n°7 fa perdere secondi preziosi al traguardo e non lascia speranze di medaglia ai ciunisti italiani. Cronometro fermo sul 103.60, tempo che vale la nona piazza a +3.93 dal titolo iridato che rimane anche quest’anno al collo dei fuoriclasse slovacchi Martikan, Slafkovsky e Benus in 99.67. Chiude con l’argento il team sloveno in 99.95, mentre la Gran Bretagna scende un gradino rispetto alla prova iridata del 2017 e si accontenta del bronzo (100.07).

Giovanni De Gennaro (GS Carabinieri), Zeno Ivaldi (Marina Militare) e Christian De Dionigi (CC Milano) terminano la prova riservata ai team del kayak maschile con l’ottavo crono. Una seconda parte di gara caratterizzata da un tocco in porta 11 che si rivela fatale e fa perdere l’armonia guadagnata dal trio tricolore. Ne consegue che il ritardo accumulato rende vana l’impresa a caccia al podio, lasciando all’Italia l’ottava posizione in 97.72. Cinque i secondi, di cui 2’ di penalità, che li separano dalla medaglia d’oro conquistata dalla Gran Bretagna di Clarke, Forbes e Bowers, abili e veloci nel terminare la prova in 92.45. Secondo gradino del podio ed argento in 93.88 alla Polonia, mentre è la Repubblica Ceca a guadagnarsi il bronzo in 94.84, nonostante un tocco di palina.

IL PROGRAMMA DI DOMANI
Domani si entra nel vivo delle competizioni mondiali con le qualifiche del C1 uomini e K1 donne, quindi giovedì 27 in acqua con i C1 donne ed i K1 uomini. Semifinali per C1 uomini e donne K1 venerdì 28 e per loro le finali solo in scena il 29 mattina, mentre sabato pomeriggio sarà dedicato alle semifinali  del C1 donne e del K1 uomini, categorie che chiuderanno la rassegna iridata disputando le finali domenica 30. L’evento si concluderà poi nel pomeriggio di domenica con le prove adrenaliniche di Slalom Extreme. Partirà alle 15:15 la prima manche del C1 maschile con Cipressi (15:44), Colazingari (15:50) e Ivaldi (15:51); mentre alle 17:09 sarà la volta dell’unica interprete femminile in gara per l’Italia, Stefanie Horn con la prima prova del K1 femminile.

COME SEGUIRE GLI AZZURRI
Tutte le fasi di gara si potranno seguire attraverso il live streaming ed live results sul sito web dell’International Canoe Federation (www.canoeicf.com) e aggiornamenti in tempo reale verranno dati sulla pagina Facebook (www.facebook.com/federcanoa). Invece, sul nostro canale Instagram (www.instagram.com/federcanoa), gli azzurri ci racconteranno il “dietro le quinte” dell’avventura mondiale con il takeover direttamente dal Sud America.

Risultati e programma completo su: https://www.canoeicf.com/canoe-slalom-world-championships/rio-de-janeiro-2018 

VAI ALLA PAGINA EVENTO