Cheap Synthroid

Synthroid is especially important during competitions and for rapid muscle growth. No prescription needed when you buy Synthroid online here. This drug provides faster conversion of proteins, carbohydrates and fats for burning more calories per day.

Cheap Abilify

Abilify is used to treat the symptoms of psychotic conditions such as schizophrenia and bipolar I disorder (manic depression). Buy abilify online 10mg. Free samples abilify and fast & free delivery.

Sponsored:

The best online shops in Italy:

Federazione Italiana Canoa e Kayak - CANADESI AZZURRE A LA SEU D'URGELL: OBIETTIVO QUALIFICAZIONE OLIMPICA

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

CANADESI AZZURRE A LA SEU D'URGELL: OBIETTIVO QUALIFICAZIONE OLIMPICA

images/large/54222332_10156159111437717_7960189109622800384_n.jpg
CANOA SLALOM

A poche settimane dal via ufficiale della stagione agonistica 2019 le specialiste della canadese femminile azzurra sono in raduno sul canale olimpico di Barcellona ’92 per affinare la preparazione internazionale.

Elena Micozzi (Can. Subiaco), Elena Borghi, Marta Bertoncelli (CC Ferrara) e Chiara Sabattini (Fiamme Azzurre) saranno impegnate tra il 15 ed il 24 marzo nello studiare l’acqua ed il percorso del campo di La Seu d’Urgell (ESP), bacino che dal 25 al 29 settembre ospiterà le gare di qualificazione olimpica. Un importante tassello per la crescita delle giovanissime specialiste del C1, con allenamenti su uno dei canali più impegnativi e performanti a livello internazionale sotto l’occhio attento del tecnico federale di riferimento Erik Masoero.

La canadese femminile, disciplina che farà il suo esordio all’Olimpiade del 2020, rappresenta un investimento importante per la Federazione e la Direzione Tecnica: “ll progetto canadese femminile è partito con qualche anno di ritardo rispetto alle altre grandi federazioni e l’idea di dedicare un tecnico preparato come Erik Masoero è stata una necessità ma anche una scelta vincente”, ha dichiarato Daniele Molmenti. “Le ragazze del progetto arrivano dai club che hanno investito nella disciplina e hanno preparato la base fisica e tecnica in modo ottimale. Dal 2016 il lavoro di perfezionamento tecnico con una metodologia mirata alla crescita della performance in campo internazionale ha velocizzato il loro sviluppo dandoci risultati ottimistici per la carta olimpica.”

GALLERY FOTO