Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

ITALIA DA SOGNO A TACEN! MARTINO BARZON E' CAMPIONE DEL MONDO NEL C1 JUNIOR

images/large/ORO_BARZON.JPG
CANOA SLALOM

Martino Barzon è campione del mondo nel C1 junior ai Mondiali di canoa slalom junior e under 23  in corso sulle acque di Tacen in Slovenia.

Il veronese, cresciuto nella palestra naturale del fiume Adige tra le fila del Canoa Club Verona, vola tra le porte con una rapidità ed fluidità da manuale, portando a termine una discesa che vale l'oro nonostante i due secondi di penalità ricevuti per un tocco alla prima porta. ll tempo di 91.92 è sufficiente per sbaragliare la concorrenza e fer risuonare l'Inno di Mameli sul canale sloveno. Sul secondo e terzo gradino del podio salgono, invece, i favoriti della Repubblica Ceca, Martin Kratochvil (92.19) ed il vice campione europeo 2020 Adam Kral (93.78). 

Non mi aspettavo questo primo posto e fatico ancora a crederci”, ha commentato Barzon. “Sapevo bene il valore dei miei avversari, mi sono allenato tanto ma non mi aspettavo di riuscire a conquistare un oro mondiale…invece ce l’ho fatta! Questa medaglia rappresenta la più bella ricompensa per i tanti sacrifici fatti in questi anni. E’ stato bellissimo salire sul podio e questo non può che essere solo l’inizio!

Soddisfazione da parte del Presidente della FICK Luciano Buonfiglio: “Un risultato che conferma l’Italia tra le migliori nazioni al mondo e che ancora una volta dà lustro al lavoro di atleti, tecnici e società; supportati dalla direzione tecnica di Daniele Molmenti, sempre attento al vivaio giovanile azzurro. Bravo Martino, siamo davvero orgogliosi!

Simone Marchegiano, altro italiano in gara nel C1, si ferma in semifinale con il crono di 154.06, appesantito da un salto di porta che lo ha fatto scivolare al 24° posto. Nel C1 junior Elena Micozzi (CC Subiaco) sfiora il podio e chiude la finale in quinta posizione con il tempo di 110.65. L’azzurra parte da favorita ma nel salto iniziale arriva troppo lunga sulla porta n° 3 perdendo la linea, nel tentativo di recuperare brucia secondi preziosi scivolando a metà classifica. La prova è stata vinta dalla ceca Klara Kneblova, oro iridato in 101.59, davanti alla sorella Tereza Kneblova, argento in 102.18 e al giovane talento a stelle e strisce Evy Leibfarth, bronzo in 107.10 nonostante tre tocchi di palina.

Fuori in semifinale tutti i K1 under 23 in gara: Jakob Weger (CS Marina Militare) ferma il cronometro sul 89.85 macchiato da un tocco di palina che gli costa la qualificazione in finale, fermandosi in ventunesima posizione; Marco Romano (CC Brescia) termina il percorso in 92.00 che vale la ventitreesima posizione, mentre Leonardo Grimandi (CC Bologna) è trentaduesimo in 97.05. A medaglia va invece il ceco Jakob Krejci che mette al collo l’oro in 81.89 davanti ai britannici Dickson e Bowers, rispettivamente argento e bronzo.

Domani spazio a semifinali e finali per K1 junior e i C1 under 23 con l’Italia che schiererà Matteo Pistoni (10:18) e Gabriele Grimandi (10:30) nel K1 junior maschile, Elena Borghi (14:12) nel C1 under 23 femminile e Flavio Micozzi (15:15) nel C1 under 23 maschile.

Tutte le gare saranno trasmesse in live streaming sul canale ufficiale dell’International canoe Federation ed in cross posting sulla Pagina Facebook della Federazione Italiana Canoa Kayak.

Risultati disponibili in tempo reale su: https://bit.ly/2Uo1vOy 

Photo Credit: Nina Jelenc for Slalom Tacen