Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

SCUOLA IN CANOA: AVVIATO UN PROFICUO DIALOGO CON IL MINISTRO BUSSETTI 

images/large/BUSSETTI_BUONFIGLIO.jpg

Mercoledì 12 giugno la Federazione Italiana Canoa Kayak è stata ricevuta nella sede del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca dal Ministro Marco Bussetti per avviare insieme un proficuo dialogo sul tema dell’attività sportiva nelle scuole. A rappresentare la federazione il Presidente Luciano Buonfiglio, accompagnato dal Segretario Generale Salvatore Sanzo e dal Consigliere Federale responsabile della formazione Gabriele Moretti. L’incontro al dicastero dell'istruzione è stato importante per gettare le basi di una futura collaborazione che vedrà anche il coinvolgimento attivo di Sport e Salute Spa, con l’obiettivo di mettere in campo una rete sinergica tra gli istituti scolastici e la federazione. 

“Riteniamo che essere presenti nella scuola sia di fondamentale importanza per il futuro del nostro movimento”, ha spiegato a margine dell’incontro a Viale Trastevere il presidente Buonfiglio. “Considerando le peculiarità del nostro sport, intercettare l’interesse di professori e studenti diventa importantissimo per far conoscere il nostro mondo a quanti più ragazzi possibile. Sarà quindi fondamentale attivare un dialogo virtuoso e diretto tra le società sul territorio e gli istituti scolastici grazie anche al decisivo impengo  del Miur e del Ministro Bussetti”.

In occasione della finale del Canoagiovani, in programma il primo weekend di settembre sul lago di Caldonazzo, la Federazione lancerà il programma “Scuola in Canoa, pagaiando per l’Ambiente” che prevede il coinvolgimento di oltre 4.500 ragazzi delle scuole di primo e secondo grado con l’obiettivo di promuovere il valori del nostro sport insieme ad una cultura civica sul tema ambientale e dell’inclusione. 

A tutti i ragazzi verrà consegnata una borraccia in alluminio e verranno installate delle “case d’acqua” per rendere il campo di gara #plasticfree sensibilizzando i giovani sul tema della tutela ambientale promosso dal Ministero dell’Ambiente.