Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

COLLARI D'ORO: CONFERITA AD ORESTE PERRI LA MASSIMA ONORIFICENZA SPORTIVA

images/large/IMG_1712.jpg
CONI

Si è svolta lunedì 16 dicembre a Roma la cerimonia di consegna dei Collari d'Oro, la massima onorificenza dello sport italiano, alla presenza del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, del numero 1 del Coni, Giovanni Malagò, del presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli e del Ministro per le politiche giovanili e per lo sport, Vincenzo Spadafora. Tutte le eccellenze dello sport italiano si sono dunque riuniute nella palestra monumentale all'interno dell'Università degli Studi del Foro Italico e tra questa non poteva mancare la Federazione Italiana Canoa Kayak. Dopo il bis del campione del mondo della paracanoa Esteban Farias, quest'anno è stata la volta del direttore tecnico della canoa velocità Oreste Perri, accompagnato dal Presidente della Fick Luciano Buonfiglio. 

L'onorificenza è stata istituita nel 1995 e viene conferita ad atleti, dirigenti e società. "E' un riconoscimento inaspettato per il quale voglio ringraziare chi, quando ero un atleta, mi ha aiutato a superare me stesso, a scoprire cose di me che non conoscevo; ed è per questo che oggi faccio l'allenatore, per insegnare ai miei ragazzi a vincere la paura, per spingerli a provarci sempre e andare oltre, per diventare un domani persone migliori", è stato il significativo intervento del professor Perri sul palco delle premiazioni. Giuseppe Coan invece ha ricevuto la Palma d'Oro al mertito tecnico. 

"Lo sport è un fattore di inclusione e coesione, lo sport esprime questa forza magica di unirci tutti da nord a sud, dai nonni ai nipoti", ha detto il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. "Il nostro Paese in questo 2019 non ha brillato solo per i risultati sportivi ma anche sul piano organizzativo. Lo dimostra l’assegnazione delle Olimpiadi invernali 2026 a Milano e Cortina. L’Italia sta diventando sempre di più il centro del mondo sportivo".