Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

AGGIORNAMENTI ICF SULLO STATO DEGLI EVENTI INTERNAZIONALI DEL 2020

images/large/Copy_of_Copy_of_Have_A_Happy_Birthday-4-2.png
COVID-19

L'International Canoe Federation sta progressivamente rimodulando il calendario degli eventi originariamente previsti in questa stagione. 

Tutti le manifestazioni previste per maggio, inclusi i Campionati mondiali ICF di Paracanoa del 2020, le qualifiche olimpiche di canoa sprint di Duisburg, in Germania, e la gara inaugurale della coppa del mondo di velocità a Racice, in Repubblica Ceca, sono stati ufficialmente cancellati. Anche i test pre-olimpici di canoa slalom a Tokyo, in programma a maggio, giugno e luglio, sono stati tutti cancellati.

Le prime due tappe della coppa del mondo di slalom, fissate per giugno ad Ivrea e Pau (Francia), oltre ai campionati mondiali di slalom junior e U23 di Tacen, in Slovenia, sono state posticipate a fine anno.

I campionati mondiali junior e U23 di canoa velocità a Brandeburgo, Germania, e i mondiali di maratona di canoa sono stati tutti cancellati.

Anche i tutti i test event ICF che dovevano svolgersi in concomitanza con eventi importanti sono stati cancellati o rinviati, a seconda dello stato dell'evento principale.

Anche la Super Cup di velocità, in programma in Oklahoma, negli Stati Uniti, è stata cancellata. I campionati mondiali non olimpici di canoa sprint di Szeged, in Ungheria, sono stati posticipati a settembre ed potrebbero essere l'unico evento internazionale di canoa veclità del 2020.

I campionati mondiali di Canoa Polo, in programma a settembre a Roma, si terranno ad aprile 2021, mentre i campionati mondiali di Ocean Race in Portogallo sono ancora fissati per settembre. 

Il Segretario Generale dell'ICF, Simon Toulson, ha ribadito la volontà dell’ICF di svolgere alcune manifestazioni internazionali nel 2020, anche se tutto dipenderà dall’andamento della situazione globale. 

"Dobbiamo garantire che la salute dei nostri atleti sia garantita in tutte le sedi e che il coronavirus sia sotto controllo", ha affermato Toulson.

“Dobbiamo garantire inoltre che gli atleti abbiano l'opportunità di allenarsi tra le sei e le otto settimane prima di un evento e che le federazioni nazionali abbiano almeno lo stesso tempo per finalizzare le selezioni per gli eventi o tenere le competizioni nazionali. Soprattutto qualsiasi evento dovrà essere accessibile alla stragrande maggioranza dei paesi e degli atleti di tutto il mondo. Ciò significa che la minaccia di coronavirus dovrà essere controllata sotto il profilo internazionale prima di poter organizzare le gare”

Toulson ha affermato che l'ICF monitorerà la situazione ogni 15 giorni, mentre si sta anche lavorando a un nuovo programma di eventi per il 2021 che prenderà in considerazione le qualificazioni olimpiche e paralimpiche di Tokyo.

GUARDA GLI AGGIORNAMENTI SUGLI EVENTI ICF