Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

SIGLATA LA NUOVA CONVENZIONE PER LO SVILUPPO DEL CENTRO FEDERALE DI NAVICELLI

images/2021_news/polo_2021/large/navicelli.jpg
CANOA VELOCITA' E PARACANOA

Un altro importante passo per lo sviluppo del Centro Federali di Navicelli.  Lunedì 9 agosto è stato presentato l’accordo stra la Navicelli Srl – la società di proprietà del Comune di Pisa che gestisce il porto, il Canale dei Navicelli e le zone demaniali – e il CONI. L’accordo, della durata di 12 anni (6+6) consente allo stesso di CONI di concedere in comodato d’uso gratuito la struttura alla Federazione Italiana Canoa Kayak, che la gestirà con l’ausilio dell’Unione Canoisti Livornesi. A presentare la nuova convenzione c'erano il sindaco di Pisa,  Michele Conti, l’amministratore unico di Navicelli Srl, Salvatore Pisano, il Segretario Generale Salvatore Sanzo, il consigliere federale Gabriele Moretti e il presidente dell'Unione Canositi Livornesi Roberto Volpi.

La struttura verrà utilizzata per lo svolgimento dell’attività sportiva giovanile della Fick ma anche e sopratutto per la Paracanoa, diventando di fatto il terzo centro tecnico federale per l’acqua piatta dopo Castel Gandolfo e l’Idroscalo di Milano.

Nell’accordo sono previsti interventi di riqualificazione della struttura che partiranno a settembre. Nel progetto c’è l’ammodernando della foresteria e degli spogliatoi; il potenziamento degli interni con l’aumento del numero dei posti letto; una palestra ecocompatibile; in generale una rivisitazione degli ambienti per l’abbattimento delle barriere architettoniche per rendere il centro fruibile anche per atleti disabili con la creazione delle strutture esterne come rampe di accesso e pontili idonei per gli atleti della paracanoa. 

Oltre all’abbattimento delle barriere architettoniche – nei primi giorni di settembre verranno posizionate la pedana e lo scivolo per entrare in acqua, mentre in inverno verranno completamente ristrutturati gli spogliatoi – l’Università di Pisa è pronta a realizzare un impianto a energia pulita per il riscaldamento, il condizionamento dell’aria e l’acqua calda. L’obiettivo è far diventare Navicelli ancora di più punto di riferimento per lo svolgimento dell’attività sportiva di base e di vertice.