Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

READY STEADY TOKYO: TUTTI IN FINALE GLI AZZURRI DELLA PARACANOA

images/large/6225806e-88a6-4b56-8e96-6c2c578e3fc4.jpg
CANOA VELOCITA' E PARACANOA

Prima giornata di gare a Tokyo, nel bacino olimpico e paralimpico della Sea Forest Waterway per “Ready Steady Tokyo”, il test event ufficiale dei Giochi Olimpici 2020, con l’Italia schierata oggi nel K1 1000m e nelle tre prove riservate alla paracanoa.

Un inizio più che positivo con tutti e tre gli atleti della paracanoa, guidati dal DT Stefano Porcu, che passano agevolmente in finale. Esteban Farias (SC Leonida Bissolati) si impone con autorità fin dalla batteria del KL1 200 maschile, conquistando di diritto il posto in finale con il tempo di 54.536. Federico Mancarella (CC Bologna) vince, con il tempo di 44.277, la semifinale e davanti al suo storico avversario, l’austriaco Swoboda, domina la prova del KL2 200 maschile. Anche Veronica Biglia (CUS Torino), nella difficile prova del VL2 200 femminile, con il secondo tempo di semifinale (1:15.736) accede alla finalissima per le medaglie in programma domani.

“Sono davvero contento delle buone prestazioni registrate oggi dagli atleti”, ha commentato Stefano Porcu. “Siamo stati un po’ sfortunati perché non ci hanno assegnato le barche che avevamo richiesto e quindi i ragazzi si sono trovati a gareggiare su canoe che non hanno tutti gli adattamenti a loro necessari per raggiungere la migliore performance. Il campo non è dei migliori, c’è molto vento che arriva da mare ed il clima è caldo ed umido. Sicuramente questa esperienza ci servirà per pianificare al meglio la preparazione del prossimo anno e adattarci a queste condizioni meteorologiche.”

In gara anche la canoa velocità con l’esordio di Samuele Burgo e Luca Beccaro (GS Fiamme Gialle) in barca singola. A passare il turno e approdare in semifinale è Samuele Burgo, imponendosi con il primo tempo (3:50.739) nei quarti di finale del K1 1000m. Luca Beccaro, invece, nell’altro quarto di finale rimane fuori per meno di un secondo e mezzo, con il tempo di 3:57.201 che gli vale solo la quarta posizione, non sufficiente per passare il turno.

Domani, venerdì 13 agosto a partire dalle nove ore locali ( 02:00 in Italia), si gareggerà nelle finali del K1 1000m maschile e nel pomeriggio, in quelle dedicate alla paracanoa del KL1 200m maschile, VL2 200m femminile e KL2 200m maschile. Le batterie del K2 1000m e del K1 200m andranno in scena sabato, sempre a partire dalle nove ore locali (02:00 in Italia), con le rispettive finali in programma domenica. Ricordiamo che le gare, per l’Italia, saranno in notturna considerando un fuso orario di + 7h rispetto alla capitale giapponese.

Risultati su: https://www.canoeicf.com/canoe-sprint-olympic-test-event/tokyo-2019/results