AL CENTRO FEDERALE DI CASTEL GANDOLFO CONCLUSA LA DUE GIORNI DI SELEZIONI DEDICATA ALLE CATEGORIE GIOVANILI.

images/large/_DSC0006.JPG
CANOA VELOCITÀ

Il Centro Federale di Castel Gandolfo ritorna ad essere palcoscenico delle gare di canoa velocità. Nel fine settimana del 4 e 5 giugno il Lago Albano ha infatti ospitato la Gara Nazionale valida anche come selezione per le categorie giovanili e utile a definire la rosa azzurra J/U23 che prenderà parte al Campionato Europeo di Belgrado e i giovanissimi di categoria ragazzi che vestiranno la maglia azzurra all’International Sprint Race di Auronzo di Cadore, dall’8 al 10 luglio.

Due giornate in cui sono scesi in acqua atleti per le categorie ragazzi, junior e senior sulle distanze dei 200, 500 e 1000 metri, oltre ovviamente alle sfide della paracanoa. Un evento servito come “test" per provare il campo gara recentemente rinnovato in vista dei Campionati Italiani R/J/U23 che si terranno dal 5 al 7 agosto p.v. Con 476 atleti presenti, in rappresentanza di 66 società provenienti da tutta Italia, per un totale di 1282 atleti/gara, il centro federale si dimostra ancora una volta campo ideale per ospitare manifestazioni di alto livello e accogliere sulle rive del Lago Albano i migliori canoisti italiani. Una scommessa vinta dalla Federcanoa che ha fortemente investito per conferirgli una nuova centralità sia a livello tecnico che sportivo. Organizzazione affidata al CKC Castel Gandolfo, sotto l’egida della Federazione che ha potuto contare sul sostegno della Regione Lazio, oltre agli altri numerosi partner federali. Di seguito alcuni tra i pricipali risultati della due giorni di competizioni.

SENIOR E UNDER

Nella canadese maschile da segnalare la vittoria di Stefano Baldo (Canoa San Giorgio) sia nel C1 200m (41.23) che nel C2 200m e 1000m, in tandem con Andrea Corso. Dawid Szela (Fiamme Oro) si impone sui 500m in 2'02.59, mentre il giovane ucraino Mykola Vykhodtsev (CKC Le Saline) ha fatto sua, sempre tra i senior, la gara del C1 1000m, chiusa in 4'09.59. Nel K1 è Riccardo Spotti con i colori del GS Marina Militare il più veloce sulla distanza dei 200 (35.38). E’ invece, Andrea Dal Bianco (CS Carabinieri) ad imporsi sia nel K1 1000m in 3’42.93 che nel K1 500m in 1’49.40. Nella gare in barca doppia la Canottieri Trinacria con Davide Martino e Alessandro Di Liberto vincono nel K2 200 metri (34.53), mentre il GS Fiamme Gialle conquista il gradino più alto del podio nel K2 1000 metri con Matteo Cavessago e Giovanni Penato (3’42.02). L’Ottagoni Cremona  di Riccardo Baldan, Leonardo Favero, Nicolò Volo e Dylan Paliaga, vince con ampio margine  (1’30.29) la prova del K4 500m. Al femminile Sara Innocenzio (AISA Sport) vince la prova del C1 200m in 1’03.39 e quella del C2 500m in tandem con Veronica Vigliotti (2’41.14. Il Canoa San Giorgio di Giorgia Cimigotto si impone, invece, sulla distanza dei 500m in 2’45.20. L’azzurra di Tokyo 2020, Francesca Genzo, con i colori delle Fiamme Azzurre firma la finale del K1 200 metri in 41.32 e quella del K2 200m in coppia con Sofia Campana (39.53). Sempre le Fiamme Azzurre, ma questa volta con Lucrezia Zironi, fanno loro anche la medaglia del K1 500m (2’05.56) e quella del K2 500m (con Sara Daldoss). Il K4 500m è appannaggio del Circolo Nautico Oristano (Chiaberge, Pinna, Sigillò e Spada), oro in 1’59.99. In ottica selezioni, tra gli under si evidenzia la performance di Giacomo Bolzonella (CC Aniene) primo sui 200m (34.78); Francesco Lancillotti (LNI San Benedetto del Tronto) oro nel K1 500m (1’48.64) e Luca Boscolo Meneguolo (GS Fiamme Gialle) leader del K1 1000m (3’41.70).

JUNIOR E RAGAZZI

Tra i talenti delle giovanili sono i ragazzi della Polizia di Stato Fiamme Oro a farla da padrone nella canoa canadese sia tra gli junior con Samuele Veglianti, oro in entrambe le gare dei 200m (41.23) e 1000m (4’13.20), sia tra i ragazzi con Riccardo Caporuscio, vincitore dei 1000m (4’51.10). CUS Torino in vetta com Marco Tontodonati, nel C1 junior 500m. Sulla breve dei 200m ragazzi è invece David Lilliano Damiao (Pol. Verbano) leader in 45.70. E’ Enrico Donatelli per la Can. Arno a trionfare nel K1 200m junior (36.45). Trionfa la Pol. Verbano che sale in vetta al podio con il K1 500m e il K1 1000m junior di Achille Spadacini, conio K2 1000 m di Mattia Grossi e Marco Caretti e fa suo anche il metallo riservato all’ammiraglia del K4 500 con Spadacini, Bardelli, Magnatta e Micotti. Al femminile, il Padova Canoa si impone nelle prove della canadese con Olympia della Giustina, oro nel C1 200m junior (52.44) che, in tandem con Angela Voltan, porta a casa il successo anche della prova del C2 500m (2’20.82). Fiamme Oro leader dei 500m con Michela DI Santo, vincitrice della prova del C1 500m junior. Sara Del Gratta con il sodalizio del CC Livorno conquista la medaglia ben due medaglie d’oro, nel K1 200 junior con il tempo di 42.88 e nel K1 500m in 2’01.72. I 1000m sono andati invece a Linda Lazzarini (CC San Donà), vincitrice in 4’28.39. Nelle barche multiple delle specialità olimpiche junior, il Canoa San Giorgio vince la prova del K2 500m con Alice Biondin e Carlotta Strukelj (2’05.15) e il Circolo Nautico Oristano si impone nel K4 500 (2’04.12). Nelle prove dedicate alla categoria ragazzi, spiccano Mauro Spiroux che vince i 200m (38.80) con i colori del GS Fiamme Gialle ed Enrico Laudati d’oro nel K1 500m (1’53.90) e nel K1 1000 (4'08.59) per la Leondida Bissolati. Tra le donne, bene Marte De Battisti per gli Ottagoni Cremona nel K1 200m (45.03), mentre la spunta Sofia Zucca (Nazario Sauro) in 2’08.51 nella gara del K1 500m ed in 4’41.12 in quella del K1 1000m.

In totale sono stati 1091 gli equipaggi che sono sfidati nelle diverse categorie, con una particolare attenzione alle giovanili, interessate dalla presenza della Direzione tecnica di settore, che con occhio vigile sul campo ha selezionato i migliori atleti in vista dell’avvio della stagione internazionale.

Questa due giorni di gare è stata un importante momento di verifica per tutte le società, i tecnici e gli atleti italiani sulla qualità del lavoro invernale effettuato”, ha commentato il responsabile tecnico del settore giovanile Ezio Caldognetto. "Le selezioni hanno infatti mostrato una grande correlazione tra tutti i coloro che hanno fatto parte del progetto di monitoraggio FickCoach, con i dati visti e analizzati nei vari collegiali invernali che, sia nella categoria junior che under, hanno dato conferme anche durante queste selezioni in acqua. Un indicatore importante che ci conferma la bontà del percorso svolto a livello federale e che vuole dare continuità tra l'attività invernale e quella estiva, a conferma delle scelte fatte dalle direzioni tecniche di settore. Molti degli atleti selezionati erano già presenti in azzurro lo scorso anno, e sono stati bravi a mantenere lo stato di forma e maturare ogni giorno poiché, raggiunto l’alto livello, non è facile riuscire ad avere una squadra competitiva e solida con diverse barche che si alternano nel fare risultati importanti. Con il nutrito gruppo azzurro, che inizierà il raduno a Castel Gandolfo il prossimo nove giugno, lavoreremo per trovare le migliori imbarcazioni da schierare agli europei di Belgrado e mantenere alte le aspettativei. Un grandissimo weekend di gare - aggiunge il direttore tecnico - dove ha funzionato al meglio tutta l’organizzazione e la logistica federale, mostrando ancora una volte come il centro Federale si presta al meglio per essere la “casa della canoa” di tutti i canoisti italiani."

Tutte le finali sono state trasmesse in diretta streaming sulla pagina Facebook della Federcanoa, dove è possibile rivederle.

RISULTATI: https://bit.ly/3NkX1ib