ALL'IDROSCALO SI CHIUDE LA DUE GIORNI DEDICATA ALLE PRIME GARE DI SELEZIONE, DOMENICA I TRICOLORI DI FONDO

images/2022_news/Territorio/large/C1_200.jpg
CANOA VELOCITÀ

Va in archivio con le ultime gare sui 200 metri la due giorni di prove di selezione dedicata alla canoa velocità. Dopo il lungo periodo di collegiali invernali, venerdì sono scesi in acqua tutti i migliori atleti italiani al primo banco di prova di questo 2022. Samuele Burgo vince il K1 1000m e 500m, anche Carlo Tacchini fa doppietta e primeggia sia nella distanza olimpica del C1 1000m che in quella del C1 500, Agata Fantini fa un en plan ed è la più veloce su tutte e tre le distanze al femminile in K1, mentre al maschile è il pavese Andrea Domenico di Liberto ad imporsi nella gara del K1 200m. Tutte le finali della due giorni sono state trasmesse in live streaming sul canale facebook federale. 

A margine della prova la direzione tecnica ha definito la rosa degli azzurri che prenderanno parte al raduno previsto dal 3 aprile tra il bacino dell’Idroscalo (kayak senior maschile) e Sabaudia (kayak senior femminile e canadese maschile), prima della Gara Internazionale in programma sempre a Milano il prossimo 30 aprile - 1° maggio e valida come ultima prova di selezione senior. Sarà in quell’occasione che il D.T. Oreste Perri scioglierà le riserve sulla formazione degli equipaggi azzurri che affronteranno l’esordio stagionale nelle due prove di Coppa del Mondo del 19-22 maggio a Racice (CZE) e del 26-29 maggio 2022 a Poznan (POL).

Di seguito i principali risultati, divisi per distanza di gara.

500m - CATEGORIA SENIOR

Tra i risultati di maggior rilievo sui 500m troviamo quello del K1 di Samuele Burgo (Fiamme Gialle), che si conferma il più veloce anche sulla mezza distanza in 1'44.66 davanti ad Tommaso Freschi, (CC Aniene), secondo in 1’44.83, e al compagno di squadra Andrea Schera (Fiamme Gialle), terzo con il crono di 1’45.32. La vittoria della prova che esordirà nel programma olimpico di Parigi 2024, il K2 500m maschile, è andata al tandem dei giovanissimi cremonesi dell’OCS Ottagoni, Dylan Paliaga e Ricardo Baldan sul traguardo in 1’36.57. Medaglia d’argento alla Canottieri Aniene di Giulio Bernoicchi e Tommaso Freschi (1’37.86), mentre l’equipaggio misto Aeronautica - Fiamme Azzurre composto da Andrea Domenico Di Liberto e Manfredi Rizza guadagna il bronzo, mettendosi in gioco insieme sulla nuova barca a cinque cerchi. Nella finale del K1 500m femminile è Agata Fantini (Marina Militare) a vincere in 1’59.66 con un vantaggio di poco più di due secondi su Susanna Cicali, seconda in 2’01.87 e su Meshua Marigo, terza in 2’02.82, entrambe sul podio con i colori del sodalizio sportivo Fiamme Azzurre. Il metallo più prezioso della prova del K2 500m femminile va al collo dell’equipaggio misto CUS Pavia - Fiamme Oro composto da Irene Bellan e Mathilde Rosa (1’56.71). Nella canadese monoposto maschile podio “monopolizzato” dal GS Fiamme Oro che schiera in ordine d’arrivo Carlo Tacchini, in prima posizione con il tempo di 1’51.93, Daniele Santini secondo in 1’52.92 e Nicolae Craciun, medaglia di bronzo a 1’54.09. La canadese monoposto femminile annovera come miglior tempo quello di Claudia Fabiola Benvegnù (Padova Canoa), che chiude in 2’53.76 nonostante le condizioni meteo difficilissime, davanti rispettivamente a Jessica Schiff (Canoa San Giorgio) e Tersa Corsini (CC Barion).

500m - CATEGORIA JUNIOR/RAGAZZI

Triplete della Polisportiva Verbano nella prova del K1 500m: Achille Spadacini indossa l’oro in 1’46.45,  seguito da Luca Micotti (1’47.57) e da Andrea Magnatta (1’48.28). Un podio totalmente verbanese che sottolinea l’ottimo lavoro svolto dal club e dai tecnici societari, capitanati da Gianfranco Guglielmini. Ad imporsi invece al femminile è Sara Del Gratta con i colori del Canoa Club Livorno (2'04.48), davanti all’atleta della Canottieri Timavo Giada Rossetti (2'06.52). In terza posizione Giorgia Lacalamita, interprete del sodalizio remiero della Marina Miltare (2’07.56). Leader nella prova del C1 maschile è ancora una volta il GS Fiamme Oro con Samuele Veglianti, oro in 2’01.83, seguito dal CUS Torino di Marco Tontodonati (2’04.07). Terzo tempo per Giovanni Frongia (2’12.85) in gara per il Circolo Nautico Oristano. Al femminile, a farla da padrone nel C1 è Michela Di Santo (GS Fiamme Oro), che con ampio margine in 2’36.08 primeggia su Olympia della Giustina (Can. Padova) e Francesca Vigorito (Can. Mestre), rispettivamente argento in 2’39.45 e bronzo in 2’41.06. 

Nella categoria ragazzi, la prova del K1 500m maschile è vinta da Enrico Laudati in 1’59.63 mentre è ancora il GS Fiamme Oro ad imporsi in 2’22.14 con il giovanissimo Riccardo Caporuscio. Al femminile si impone Sofia Zucca per la Marina Mercantile Nazario Sauro in 2’12.37.

1000m - CATEGORIA SENIOR

Nel K1 maschile ancora GS Fiamme Gialle protagonista: Samuele Burgo domina con autorità la gara regina dei 1000m in 3'49.05; a dargli filo da torcere il compagno di squadra Andrea Schera, secondo in 3'50.12, mentre a chiudere il podio troviamo il Carabiniere Alessandro Gnecchi, in terza posizione, con il tempo di 3'53.50. Podio interamente conquistato delle Fiamme Oro quello del C1 1000m maschile con Carlo Tacchini (GS Fiamme Oro) che non delude le aspettative e in 4'09.99 si impone confermando il suo valore da singolista. Subito dietro taglia il traguardo il giovanissimo talento canavese Gabriele Casadei, secondo in 4’13.48; il veterano Sergio Craciun, invece, conquista la terza posizione con il tempo di 4’15.58. Agata Fantini (Marina Militare) è leader anche sulla lunga con il tempo di 4’20.50, seguita dall’argento di Irene Burgo per i colori del GS Fiamme Oro (4’22.92) e dal bronzo di Sara Daldoss (4’24.71), neo arruolata nel GS Fiamme Azzurre.

1000m - CATEGORIA JUNIOR/RAGAZZI

La Polisportiva Verbano si conferma sul gradino più alto del podio anche nella giornata di sabato con il terzetto formato da Achille Spadacini, primo in 3’54.32, Luca Micotti secondo a +2.94 e Andrea Magnatta terzo con il tempo di 3’58.06. Giorgia Lacalamita (Marina Militare) protagonista tar le junior in 4’33.67, davanti a Linda Lazzarini (CC San Donà) argento in 4’34.57 mentre il bronzo va al collo di Alessandra Centrone per il CC Barion (4’41.73). Medaglia d’oro per Samuele Veglianti (4’28.51) nella prova del C1 1000m, con il giovane cresciuto tra le fila GS Fiamme Oro che sul traguardo lascia dietro il CUS Torino di Marco Tontodonati (4'34.70) ed il Circolo Nautico Oristano di Giovanni Frongia (4’50.39).

Il pavese Giovanni Penasa (CUS Pavia) vince la sfida del K1 1000m di categoria ragazzi in 4’13.31, invece si conferma al vertice del C1 anche sui 1000m l’atleta esordiente del GS Fiamme Oro Riccardo Caporuscio (4’59.09). Sofia Beretta (Canoa Kayak Ledro) è la più veloce nella prova del K1 1000m ragazze femminile, con il crono di 4’51.04.

200m - CATEGORIA SENIOR

La distanza dei 200m, anche se scomparsa di programma olimpico di Parigi 2024 rimane comunque una delle gare più sentite ed emozionanti. E’ Andrea Domenico di Liberto, da campione del mondo in carica a dominare la scena. Il velocista siciliano, sotto il vessillo del GS Fiamme Azzurre, chiude con il tempo di 37.20, lasciando al giovane Flavio Spurio (CC Livorno) l’eredità d’argento in 37.61 e a Riccardo Baldan (OCS Ottagoni) il bronzo in 37.61. Tra le donne, primeggia ancora una volta, in 43.64, Agata Fantini (Marina Militare), leader incontrastata al femminile di questo primo weekend di selezioni azzurre. Argento per Francesca Genzo (GS Fiamme Azzurre) seconda in 44.14, bronzo per le Fiamme Oro di Irene Bellan (44.23). Sulla breve è Jessica Schiff (Canoa San Giorgio) a vincere nella canadese monoposto femminile, fermando il cronometro sul tempo di 58.45 che le vale la prima posizione davanti all’argento Claudia Fabiola Benvegnù (Padova Canoa) e al bronzo di Teresa Corsini (C.C. Barion). E’ Nicolae Craciun, confermando la sua padronanza della distanza breve, a portare a casa l’oro de C1 200. Il pagaiatore in forza al GS Fiamme Oro chiude in 42.68 davanti ai colleghi Dawid Szela e Mattia Alfonsi, rispettivamente argento (42.90) e bronzo (42.93).

200m - CATEGORIA JUNIOR/RAGAZZI

La Canottieri Arno porta sotto i riflettori Enrico Donatelli che con il crono di 39.73 domina la scena del K1 200m junior, precedendo Tommaso Mucelli del CC San Donà (40.42) e Giovanni Zerbinato della Canottieri Padova (40.49). Tra le donne a farla da padrone nel K1 200m è Sara Del Gratta (CC Livorno), che primeggia in 45.66, lasciando argento e bronzo rispettivamente a Giada Rossetti, in acqua per la Canottieri Timavo (46.08) e Alessandra Centrone, per il CC Barion (47.29). Il C1 200 al femminile vede sul gradino più alto del podio la Padova Canoa di Olympia della Giustina al comando in 57.33, dopo un arrivo serrato con Michela Di Santo (58.01) e Francesca Vigorito (59.13). Samuele Veglianti indossa l’oro anche sui 200m in 45.70, precedendo il CUS Torino di Marco Tontodonati (46.11) ed il CN Oristano di Lorenzo Angioi (48.33).

Per la categoria ragazzi la vittoria al maschile dei 200m va al K1 di Cristian Ambrosini per il Canoa Club Livorno (42.17), è invece Marta De Battisti sotto i colori dell’OCS Ottagoni ad imporsi nel K1 200m ragazze femminile (42.17). GS Fiamme Gialle leader del C1 200m ragazzi in 48.97 con Carlo Di Girolamo, mentre è Elena Voltan (Padova Canoa) in 1’03.67 a portare a casa la medaglia d’oro nella canadese monoposto femminile ragazze.

200m - CATEGORIA PARACANOA 

In gara anche gli atleti della paracanoa in un primo appuntamento importante per fare una prima valutazione sul lavoro effettuato nel periodo invernale. Anche per la paracanoa, la Gara Internazionale di Milano del 30 aprile - 1° maggio rappresenterà l’atto decisivo prima della Coppa del Mondo in programma a Poznan (POL) dal 26 al 29 maggio.

Buono l’esordio per il bronzo di Tokyo 2020 Federico Mancarella (CC Bologna) che nel KL2 200m maschile chiude primo in 46.24, lasciando il secondo gradino del podio a Christian Volpi (Navicelli Padre Sport), all’esordio nel mondo paralimpico, ed il bronzo a Francesco Vallon (SCK Monfalcone). Kwadzo Klokpah con i colori della Canottieri Lecco centra la vittoria del KL3 con il tempo di 45.63. Medaglia d’oro per Amanda Embriaco (Can. Sanremo) nel KL3 senior femminile con la pagaiatrice ligure che ferma il cronometro sul 56.01 precedendo al traguardo Nouracham Zakaria (MM Nazario Sauro). Alessio Bedin conduce una buona prestazione nel VL1 e porta a casa il primo posto per l’AISA Sport in 1’18.17; AISA Sport che con Marius Bodgan Ciustea vince anche nel VL2 senior maschile in 1’00.53 precedendo sul traguardo Giuseppe Cotticelli (LNI Stabia). L’atleta di casa, Mirko Nicoli (Idroscalo Club) ottiene il miglior tempo nella gara del VL3 maschile in 54.95, davanti a Giuseppe Di Gaetano (AISA Sport), medaglia d’argento in 59.56.

CAMPIONATO ITALIANO DI FONDO: DOMENICA SI ASSEGNANO I TITOLI TRICOLORE

Domenica 3 aprile l’Idroscalo di Milano sarà ancora la centro della scena ospitando oltre 900 atleti e 103 società, che si daranno battaglia per conquistare il titolo tricolore nel Campionato Italiano di Fondo sui 5000m nelle diverse categorie. In acqua anche gli atleti della paracanoa, chiamati a misurarsi per il titolo nelle distanze dei 2000m, 3000m e 5000m a seconda della categoria di appartenenza. In gara tutti i big, in rappresentanza delle maggiori società italiane con la prima gara valida per il titolo italiano alle ore 08:30. Sarà un programma di gare intenso e corposo che si concluderà con l’ultima partenza prevista alle ore 14.20.

START LIST

RISULTATI E AGGIORNAMENTI ON LINE

Come di consueto, per difficoltà logistiche di lunghezza di percorso, non sarà previsto il live streaming delle gare di fondo. Sarà, invece, garantito il live results e grazie al servizio on line dalla Federazione Italiana Cronometristi al link: https://bit.ly/3LHuvpT

Il fine settimana sarà coperto anche da aggiornamenti sui social federali Facebook e Instagram.

 LIVE STERAMING - VENERDI' 1 APRILE 2022

 LIVE STERAMING - SABATO 2 APRILE 2022