Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

EUROPEO JUNIOR: BRONZO A SQUADRE PER LE AZZURRE DEL C1

Leggi dopo

bronzok1donneSeconda giornata al campionato europeo junior di canoa discesa a Banja Luka, in Bosnia ed Erzegovina, con l’Italia che vince la medaglia di bronzo nel C1 donne a squadre. Chiara Carbognin, Valentina Razzauti e Alice Panato chiudono al terzo posto con il tempo di 17.47.57 alle spalle di Repubblica Ceca (16.24.82) e Francia (16.45.74).

Dopo il bronzo individuale conquistato ieri dalla campionessa del mondo in carica Chiara Carbognin, sono ancora le azzurre a regalare soddisfazioni alla canoa italiana. Solo sfiorata invece la medaglia per gli azzurri del kayak che mancano il podio di appena 6 secondi e 33 centesimi. Riccardo Mattiello, Nicolò Razeto e Giacomo Ichino fermano il cronometro sul 13.43.34 che vale la quarta posizione. La medaglia d’oro va alla Francia di Moret, Leriche e Chambard in 13.29.01 davanti alla Germania di Piaskowski, Von Hartz e Koch (+6.90); terza piazza per la Repubblica Ceca di Olejnik, Neubert e Zapletal (+8.00) davanti all’Italia; la giornata di gare consegna ai colori azzurri anche il quinto posto nella gara classica a squadre del K1 donne; Giulia Formenton, Mathilde Rosa e Beatrice Vergerio chiudono con il tempo di 15.11.12; l’oro va alla Repubblica Ceca in 14.37.47 davanti a Germania e Francia.

DALLA LEGGENDA VLADI ALLA "PICCOLA" ALICE. LA STORIA CONTINUA ;-)

Vladi Panato, canoista azzurro originario di Pescantina e dominatore per oltre un decennio della canoa discesa mondiale è oggi tecnico della nazionale anche se di recente, ai mondiali in Valtellina, è tornato in gara nel C2 piazzandosi a ridosso dei primi.

Vladi è stato per anni leader planetario della specialità C1. E la sua leggenda, oggi, continua grazie alla figlia sedicenne Alice che a Banja Luka, all'europeo junior, ha messo al collo la medaglia di bronzo nella prova del C1 donne a squadre. 

Un passaggio di testimone, con la consapevolezza però che Alice, in forza al Canoa Club Pescantina, ne dovrà fare di strada per raggiungere i successi del padre al quale è mancato soltanto la medaglia olimpica; una medaglia che Vladi avrebbe sicuramente vinto se la canoa discesa fosse disciplina a cinque cerchi. 

Il pluricampione di Pescantina Vladi Panato ha vinto in carriera 10 campionati del mondo, 11 coppe del mondo e 5 titoli europei.

La leggenda, che è anche verità, narra di atleti che per la manifesta supremazia dell'azzurro hanno scelto negli anni di cambiare specialità, passando dal kayak alla canadese, pur di provare a conquistare qualcosa di più delle semplici briciole che il "Vladi" leggendario lasciava agli altri.

Domani l'europeo prosegue, a Banja Luka sarà la volta delle prove sprint.

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004