Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

BUONE LE QUALIFICHE SPRINT, A PAU LA DISCESA VA CACCIA DI MEDAGLIE

Leggi dopo 13319745 10207885527674970 8863800829694278307 nDopo le prime finali di canoa slalom, il canale francese di Pau ha cambiato veste per ospitare le qualifiche sprint della III e IV prova di Coppa del Mondo di canoa discesa. Due run di qualifica nelle quali non sono mancati i colpi di scena e i momenti di grande spettacolo con l’Italia che conferma buona parte delle attese.

Vola in finale nel K1 donne Costanza Bonaccorsi, portacolori della Canottieri Comunali Firenze e campionessa del mondo in carica che centra l’accesso alla finale già alla prima run. In gara 1, con l’accesso alla finalissima per le prime cinque, lei chiude al terzo posto in 50.15 ad appena 2.2 dalla francese Dupras, miglior tempo. Nella seconda run centrano il pass per la finale di domani anche Giulia Formenton e Beatrice Grasso, rispettivamente con il terzo (51.61) ed il quinto tempo (53.12). Non partita l’azzurra Mathilde Rosa.

Dopo aver sfiorato la finale in prima run, tutti e tre i C1 maschili (Mattia Quintarelli, Paolo Razzauti e Giorgio dell’Agostino) accedono alla finale di domani. Nella prima run passano i primi cinque e per i nostri azzurri diventa necessaria la seconda prova nella quale, alle spalle di francesi Santamaria e Cordier, si piazzano rispettivamente Mattia Quintarelli con il terzo tempo (48.95), Paolo Razzauti con il quinto tempo (50.15) e Giorgio dell’Agostino (51.56) con il settimo ed ultimo posto utile per l’accesso alla lotta per le medaglie.

E’ la seconda run a decretare la finale anche per le due specialiste del C1 donne. Alice Panato è seconda nella gara 2 con un ritardo di 0.07 dal 1:08,41 della svizzera Eichenberger; mentre Valentina Razzauti nella stessa prova segna il quarto tempo, fermando il cronometro sul 1:48.24.

L’Italia sarà rappresentata anche nella finale del K1 maschile da Davide Maccagnan, autore in gara 2 del decimo ed ultimo tempo utile per accedere alla finalissima di domani. 45.86 il crono registrato dal canoista di Valstagna a +2.10 dal leader sloveno Oven. Nulla da fare invece per i restanti azzurri del kayak maschile. Francesco Ciotoli chiude quindicesimo, seguito da Andrea Bernardi, mentre Gabriele Esposito è solo trentaseiesimo, risultati insufficienti per accedere alla finale di domani.

Domani dalle 14 al via le finali per andare a caccia delle medaglie individuali. Italia in gara nel C1 con Quintarelli, Razzauti e Dell’Agostino, nel K1 donne con Bonaccorsi, Formenton e Grasso, nel K1 uomini con Maccagnan e nel C1 donne con Panato e Razzauti.

Risultati nel dettaglio al link http://www.canoeicf.com/results-pages/2016-icf-wildwater-canoeing-world-cup

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004