Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

STAGIONE AL VIA PER LA CANOA POLO AZZURRA: INTERVISTA AL DT RODOLFO VASTOLA

Leggi dopo

14188374 10153905961342717 4803094892633950461 oSull’onda dei successi d’oro ottenuti nella passata stagione, la canoa polo azzurra ritorna in acqua per preparare gli appuntamenti internazionali del 2017, proiettati verso i Campionati Europei di Saint Omer e, per le squadre senior maschile e femminile, ai World Games di Wrocralw.
 
I primi ad impugnare le pagaie sono le categorie giovanili, attraverso l’ampio e strutturato percorso sul territorio che coinvolgerà più di quaranta ragazzi di tutta Italia appartenenti alle categorie under 21, under 18 e under 16, attraverso i raduni zonali utili a verificare la preparazione invernale e definire gli obiettivi del prossimo quadriennio. Parole chiave saranno, anche quest’anno, partecipazione e coinvolgimento alla ricerca dei talenti del territorio, un lungo percorso che, come sottolinea il tecnico Rodolfo Vastola, ha dato i suoi frutti portando nuova linfa alle categorie under 21 e importanti innesti per il futuro delle squadre senior con l’intento di integrare ed uniformare il “golden team” del futuro.
 
“Questo fine settimana abbiamo avviato le oramai consuete attività di screening a contatto con le varie società italiane, con il primo dei tre raduni territoriali andato in scena a Catania, in attesa che, come delineato nei programmi di attività, siano deliberati i nuovi Centri di Riferimento Tecnico Territoriali - commenta il DT Rodolfo Vastola - abbiamo avuto una partecipazione nutrita e di alto profilo tecnico con, in prima convocazione circa 18 atleti di diversi club siciliani, a cui seguirà un incontro per le società del nord presso il Canoa Club Bologna e terminerà con l’incontro per le società le centro Italia su Napoli, con l’intenzione di poter aumentare l’attività territoriale per cercare di essere più vicini alla base, cuore pulsante e motore dell’intero movimento. Per dare continuità al lavoro impostato, siamo ripartiti in prima istanza dal modello del quadriennio precedente, consapevoli che il livello generale della disciplina all’interno dei club societari, grazie anche all’intenso lavoro dello staff tecnico, si è notevolmente alzato aumentando le richieste ed il bacino del territorio. Sono contento - continua - di essere coadiuvato da uno staff che condivide in pieno l’obiettivo, ovvero lo spirito di squadra e di dedizione al lavoro sempre al servizio degli atleti e delle squadre nazionali, cercando di lavorare con una metodologia comune e condivisa, mettendo da parte individualità e ambizioni personali a favore della crescita del movimento e dell’obiettivo comune."
 
“Il titolo mondiale vinto a Siracusa è stato frutto di un grande lavoro di squadra ed è per questo che per riconfermarci abbiamo voluto continuare a puntare sugli atleti, mettendoli al centro del nostro progetto con la consapevolezza che i veri protagonisti rimangono loro e che il lavoro di noi tecnici deve essere focalizzato a trovare le migliori condizioni affinché ciascuno dei ragazzi possa esprimere e sviluppare il proprio talento. A livello senior, senza dubbio, l’obiettivo saranno i World Games, nella consapevolezza che non sarà facile riconfermarsi soprattutto dopo l’addio alla carriera agonistica di molto atleti, tra i quali voglio ricordare ad esempio Diego Pagano, storico capitano azzurro, che ha scritto la storia di importanti pagine della canoa polo italiana. Permettetemi di ringraziarlo a nome di tutto il movimento per il lavoro, le medaglie, i successi e professionalità mostrata negli anni. Spero che in futuro (e da neo papà…!) possa darci una mano con il supporto tecnico per l’attività delle squadre nazionali giovanili.”
 
“A livello tecnico, importanti sono i nuovi ingressi di Cristian Aprile e Sandra Catania che potranno dare un importante contributo metodologico e tattico, grazie alla loro decennale esperienza, nei settori giovanili femminili e maschili. Guardando alle attività femminili di imminente avvio, sono orgoglioso dei risultati ottenuti dall’affiatato team di Francesca Ciancio e mi sento di poter dire che i tempi sono maturi per raggiungere un grande risultato che, speriamo, possa coincidere con i World Games. Tornando alle squadre giovanili, Riccardo Ibba e Fabio Sauro sono due figure importanti che hanno seguito l’attuale gruppo di ragazzi under 21 fin dalle loro prime pagaiate in azzurro, facendo crescere l’intero entourage e rappresentando un valido punto di riferimento sul territorio; professionali e disponibili al colloquio oltre che all’ascolto delle esigenze degli atleti. Quest’anno continueranno lo screening sul territorio insieme al tecnico Giacomo Amelotti, che lavora sia sulla fascia under 16 sia di supporto sulle squadre senior maschili e femminili.”
 
"Vorrei concludere sottolinenando come il passato quadriennio abbia portato una grande crescita del movimento che ci proporremo di raccontare nei prossimi incontri con le società sul territorio. Il risultato, e ancor di più la vittoria, sono stati frutto di equilibri raggiunti nel tempo, attraverso un costante lavoro di team building. Da parte mia e di tutto lo staff, ci sarà sempre disponibilità nel mantenere un canale aperto con le società, tecnici e atleti, al fine di creare un ambiente armonico e privo di tensioni, che come sappiamo sono deleterie per gli sport di squadra come la canoa polo. Equilibri che impongono un’azione sempre attenta alle diverse peculiarità dell’ambiente, l’unico modo per lavorare in armonia e, di conseguenza, raggiungere gli obiettivi prefissati”.

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004