Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

gay livecam Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

OCEANIA CHAMPIONSHIPS: TUTTI GLI AZZURRI IN SEMIFINALE, MOLMENTI (TONSILLITE) FERMO AI BOX

Leggi dopo

http://www.federcanoa.it/?cams=kik-pictures-leaked giovannidegennaro2016oceaniaPrima giornata di gare a Penrith, in Australia, per gli azzurri impegnati agli Oceania Championships, secondo evento ufficiale al quale la nazionale italiana guidata da Mauro Baron ha partecipato dopo l’Australian Open di pochi giorni fa. Un primo assaggio del percorso nelle due manche di qualifica che ha fatto registrare il passaggio alla semifinale per tutti gli azzurri in gara.

Nel K1 maschile avanzano in semifinale Giovanni de Gennaro (5° con un ritardo di 1.32 dal leader francese Biazizzo), Zeno Ivaldi (7° a 1.64 dalla prima posizione) e Andrea Romeo (26° a 6.11 dalla vetta della classifica); forfait in extremis invece per Daniele Molmenti che rinuncia alla gara a causa di una tonsillite che gli ha impedito di gareggiare. Prova particolarmente positiva per Giovanni de Gennaro, Forestale di Roncadelle; nella seconda run di qualifica l’azzurro mette a segno infatti il miglior tempo in assoluto (86.43) al quale però si aggiungono due secondi di penalità per un tocco alla porta numero 5 senza i quali avrebbe messo tutti dietro: 

“Una bella gara con due manche in cui sono stato costante e presente - spiega l’azzurro al termine della prova - la stagione e le gare che contano sono comunque ancora lontane e quindi bisogna andare con molta cautela; da queste prove comunque raccolgo molti spunti interessanti sui quali lavorare tenendo conto che paragoni con altri atleti in questo momento non si possono fare perchè sarebbero non veritieri. Ma sono comunque soddisfatto di come sto lavorando, mi sento in crescita e voglio continuare così”.

Nel C1 uomini si qualificano alla semifinale sia Roberto Colazingari che Stefano Cipressi; per il forestale di Subiaco il tempo di 100.11 vale il 23° posto mentre Cipressi, marinaio di Bologna, è 27° in 100.64 con un ritardo di 7.53 dal leader tedesco Franz Anton che vince la qualifica. Tutte in semifinale anche le azzurre del K1 con Stefanie Horn che è decima in qualifica a 8.30 da Ricarda Funk in 102.55; 107.68 invece il tempo di Clara Giai Pron che le vale il 21° posto e il passaggio alla semifinale. 

Avanza in semifinale anche il C2 dell’Aeronautica Militare di Pietro Camporesi e Niccolò Ferrari che in qualifica chiudono con l’undicesimo posto a 5.88 dalla prima posizione conquistata dai tedeschi Anton e Benzien in 99.41. 

http://www.fitet.org/?cams=private-home-sex “L’obiettivo di questo raduno non è quello di vincere medaglie in gara, ma è chiaro che star davanti dà morale - spiega il dt azzurro Mauro Baron - vedere i due giovani (De Gennaro e Ivaldi, ndr) tra i migliori nelle qualifiche del K1 è positivo, tenendo conto comunque che tutti in queste settimane hanno speso moltissimo dal punto di vista fisico. Bilanci adesso non ne facciamo come è ovvio ma prendiamo molte indicazioni interessanti da queste settimane trascorse in Australia”. Una volta rientrati, lo stesso Baron tornerà a Rio dal 3 marzo assieme ai kayak azzurri mentre un secondo gruppo, dal 13 al 22 marzo, si allenerà ad Ivrea, sul canale che ospiterà quest’anno la prima prova di Coppa del Mondo.

go to site
Fermo ai box, ma comunque carico e pronto a ricominciare Daniele Molmenti: "Rinuncio a scendere in acqua. Anche se mi sento sufficientemente in forze per una competizione - spiega l’azzurro della Forestale -, devo pensare all'obiettivo di questa trasferta: gli allenamenti. Spingendo in questi due giorni rischierei di prolungare la guarigione. Pertanto preferisco saltare le gare e recuperare per essere pronto, spero già da lunedì, a riprendere la preparazione”. Il campione olimpico è alle prese con una tonsillite acuta: “Difficile dire se batterica o da virus, ma le ghiandole gonfie e le placche in gola mi causano dolori e malessere generale che mi fanno assumere per 3 giorni antibiotici e paracetamolo. Non sono tipo da ammalarmi - sottolinea il campione olimpico di kayak a Londra 2012 - forse ho spinto troppo nelle ultime settimane e ho le difese immunitarie basse. Se è così, ben venga un weekend di riposo e recupero per ricominciare le ultime settimane alla grande”.

Domani spazio a semifinali e finali per C1 uomini, K1 donne e C2. Domenica invece si chiude con semifinali e finali per i K1 uomini. Poi il rientro in Italia, a metà della settimana prossima.

Risultati e dettagli al link http://canoe.org.au/events/2016-slalom-series/2016-canoe-slalom-oceania-championships-results/

 

In foto Giovanni de Gennaro (credits Franz Anton)

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004