Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

LA CANOA SLALOM AZZURRA RIPARTE DA IVREA. OGGI LA PRESENTAZIONE UFFICIALE

Leggi dopo

italiacanoaslalom2017E’stata presentata oggi la nuova squadra azzurra di canoa slalom il cui obiettivo, già da questo 2017, è arrivare ad alto livello e con risultati importanti ai giochi olimpici di Tokyo 2020 iniziando a guardare già ai successivi, in programma nel 2024.

Nel corso della conferenza stampa odierna, andata in scena nella prestigiosa cornice del Castello di Parella, situato nella cittadina torinese a pochi chilometri dal centro federale nazionale e dal canale di Ivrea, sono state presentate le importanti novità di questo nuovo quadriennio (Vai all'album fotografico della conferenza stampa). 

NUOVA DIREZIONE TECNICA: In primis, quella legata allo staff tecnico: i direttori tecnici saranno due, e lavoreranno fianco a fianco completandosi e supportandosi a vicenda: Daniele Molmenti, campione olimpico a Londra 2012 nel K1, ha appeso pagaia e canoa mettendosi ora a disposizione dell’intera canoa slalom azzurra; al suo fianco lavorerà Ettore Ivaldi, già tecnico azzurro in passato prima di lavorare per più di dieci anni all’estero alla guida delle nazionali di Spagna, Irlanda e Brasile, compagine verdeoro che ha guidato fino ai giochi di Rio 2016. Al fianco del tandem Molmenti-Ivaldi lavorerà Guillermo Diez Canedo, 33enne tecnico spagnolo e semifinalista nel K1 a Pechino 2008 chiamato a collaborare con la direzione tecnica. I tecnici azzurri stanno già lavorando a Ivrea, in questi giorni, assieme agli atleti convocati in raduno tra i quali Giovanni De Gennaro (Carabinieri) e Stefanie Horn (Marina Militare), protagonisti con il tricolore azzurro ai giochi di Rio 2016.

IVREA, CANALE D’ECCELLENZA: Novità importanti, a partire da questo 2017, che non riguarderanno però soltanto i tecnici ma anche la location sulla quale l’Italia andrà ad affinare al meglio la preparazione da qui ai prossimi anni: il canale di Ivrea, rinnovato e cresciuto grazie all’impegno di Federazione, Ivrea Canoa Club e delle fondamentali istituzioni, è ora campo gara di altissimo livello nonchè centro tecnico nazionale di riferimento per il settore slalom grazie al quale gli azzurri potranno crescere e ulteriormente migliorare, facendo il tutto a pochi chilometri da casa e senza la necessità di andare all’estero. E non a caso sono molti gli atleti della nazionale italiana di slalom che hanno scelto proprio di trasferirsi a Ivrea dove sono in fase di avvio lavori grazie ai quali dotare di ulteriori strutture e servizi il centro federale. E sarà proprio Ivrea ad ospitare grandi eventi internazionali in questo 2017: si comincia il 29 e 30 aprile con la gara internazionale ICF Ranking Ivrea 2017 di canoa slalom in un weekend in cui anche la canoa discesa sarà protagonista con la terza gara nazionale sprint. Il 26 agosto spazio ai Campionati Italiani Assoluti di canoa slalom seguiti, il giorno successivo, dai Campionati Italiani Assoluti di canoa discesa sprint fino ad arrivare all’evento clou del 2017, l’organizzazione della quarta prova di Coppa del Mondo dall’1 al 3 settembre. Dopo Praga (Repubblica Ceca, 16-18 giugno), Augsburg (Germania, 23-25 giugno) e Markkleeberg (Germania, 30 giugno-2 luglio) toccherà quindi a Ivrea, per lasciare poi spazio alla finale del cammino iridato in programma a La Seu d’Urgell (Spagna, 8-10 settembre). Passi fondamentali prima del Campionato del Mondo assoluto in programma a Pau, in Francia, dal 27 al 30 settembre.

GLI INTERVENTI: “Il nostro primo obiettivo è quello di essere vicini ai club e contribuire alla loro crescita, affinché diventino sempre più strutturati - spiega il Presidente federale Luciano Buonfiglio - come Federazione supportiamo costantemente le società italiane attraverso staff tecnici a disposizione, centri di riferimento e centri federali grazie ai quali dare sempre dei punti fermi sui quali fare affidamento all’intero movimento. Solo così si riesce a creare quel volano virtuoso, mirato a rafforzare i club che lavorano bene e al fianco dei quali le istituzioni e gli sponsor, coraggiosi e fondamentali, sono partner importantissimi. La Federazione cresce solo se a loro volta crescono, e diventano sempre più strutturati, anche i club e in questo Ivrea e l’Ivrea Canoa Club sono un esempio. Con il sostegno della nostra Federazione, Ivrea ha saputo crescere, strutturarsi e diventare capace di organizzare eventi di grandissimo successo; un lavoro che ha permesso di diventare credibili di fronte alle pubbliche amministrazioni, così da favorire quegli interventi sul fiume che hanno permesso lo scorso anno di organizzare la Coppa del Mondo e che permetteranno di ripetersi in questo 2017 per poi arrivare pronti al Campionato del Mondo del 2018. Un passo alla volta, con grande impegno, per valorizzare al meglio i nostri talenti e le nostre peculiarità. A cinque mesi dalle elezioni federali il bilancio di quanto stiamo facendo mi lascia soddisfatto, in un’ottica di continui miglioramenti e obiettivi sempre più ambiziosi. E’ doveroso, da parte mia, ringraziare Mauro Baron e lo staff che negli ultimi anni ha guidato la canoa slalom italiana. Ed è altrettanto doveroso e importante ora dare il benvenuto, al vertice della rinnovata direzione tecnica, a Daniele Molmenti e ad Ettore Ivaldi che con la collaborazione di Guillermo Diez Canedo e dei tecnici che assieme a loro lavoreranno verso Tokyo 2020, prendono le redini della nostra grande squadra, oggi presente in conferenza stampa. Dopo aver definito il nuovo staff tecnico e tutte le attività siamo ora pronti a lavorare ancor di più anche sulla formazione e l’affiancamento a quei club che, come da programma, contribuiranno alla crescita del nostro sport”. 

“Per lo slalom è cominciato un nuovo ciclo - aggiungono i direttori tecnici Daniele Molmenti ed Ettore Ivaldi - grandi motivazioni spingono tutti noi tecnici che già operativi stiamo inquadrando la strepitosa rosa nazionale. Una rosa che dall’alto livello ai futuri campioni è accomunata da una grande voglia di crescita. Con il percorso di Ivrea c’è finalmente una palestra d’acqua di altissimo livello e per la prima volta c'è tutta la rosa giovanile e senior al completo assieme: sintomo che vogliamo essere uniti nel metodo e nella voglia di essere squadra: la squadra azzurra!” 

“Dopo l’importante esperienza del 2016 e grazie alla rete del nostro personale tecnico e dei volontari siamo più che pronti ad affrontare l’organizzazione di questa importante stagione agonistica”, ha detto Claudio Roviera, presidente dell’Associazione Proteina, Hosting Organizing Committee degli eventi internazionali. “Sottolineo, tra l’altro, che il 29 e 30 aprile organizzeremo in contemporanea anche le gare della terza Giornata Nazionale di Discesa Sprint: è un abbinamento, quello tra gare di slalom e di discesa, che è già stato sperimentato negli ultimi anni in Francia, ma che viene introdotto in Italia per la prima volta. 

L’Ivrea Canoa Club è altresì impegnata su molteplici fronti per espandere il ruolo di Ivrea come polo di riferimento per le attività della Federazione e per far crescere tecnicamente la pratica del nostro sport. In quest’ottica abbiamo dato vita al progetto Rete di Scopo, che ha l’obiettivo di sostenere i giovani atleti che vengono ad allenarsi a Ivrea in modo che non perdano importanti giorni di studio. Il progetto è in fase sperimentale e, grazie alla collaborazione con il liceo sportivo Gramsci di Ivrea, ha permesso di ospitare quest’inverno sette atleti dei licei sportivi di Desenzano, Ferrara e Merano. Con finalità simili, stiamo definendo con i colleghi di Pau in Francia e di La Seu d’Urgell in Spagna, un progetto analogo a sostegno di studenti universitari, nell’ambito del programma Erasmus. 

Infine, stiamo lavorando al progetto Canoa a Scuola, un'iniziativa realizzata insieme alle scuole di Ivrea che permetterà a tutti i bambini, a partire dal terzo anno della scuola primaria, di scendere in acqua e provare la canoa. Insomma, nuovi campioni cercasi!”  

Il Sindaco della Città di Ivrea, Carlo Della Pepa, commenta: “La nostra è una delle poche città al mondo ad avere uno stadio della canoa in pieno centro: dal Ponte Vecchio e dal Ponte Adriano Olivetti, passeggiando sul lungo Dora, è possibile vedere scivolare silenziose e colorate canoe. E’ uno sport che ci rappresenta, fa parte del nostro paesaggio urbano, della nostra storia e per questo conta sull’appassionata partecipazione dell’intera collettività. 

L’aver potuto ospitare, in questi ultimi anni, gare di livello internazionale è motivo di grande orgoglio. E’ all’ impegno e alla qualità del lavoro dell’Ivrea Canoa Club che va tutto il nostro riconoscimento. Il canale dello Stadio della canoa è diventato, grazie agli accorgimenti e ai lavori realizzati, un vero e proprio gioiello dal punto di vista tecnico ed è sempre più ambito per gare e allenamenti, in ogni periodo dell’anno, da atleti italiani e stranieri. Alla luce di tutto ciò la nostra Città non può che esprimere il suo pieno sostegno all’Ivrea Canoa Club, alle attività in essere e a tutte quelle che ci auspichiamo potranno essere realizzate in futuro”. 

“Si concretizza sempre più l’impegno della Regione Piemonte per la promozione degli sport fluviali e insieme la valorizzazione del nostro territorio. In questo programma la città di Ivrea diventa centro federale e punto di riferimento per la canoa nazionale e internazionale. L’impianto sportivo presenta uno scenario unico e molto suggestivo: si trova su di un corso d’acqua a caduta naturale e attraversa il cuore di una città storica. Una doppia peculiarità che lo rende ancora più spettacolare e unico nel suo genere, sempre più in grado di attrarre manifestazioni sportive di massimo livello.” interviene Giovanni Maria Ferraris, Assessore allo Sport della Regione Piemonte. 

“Ciò è stato reso possibile dalla proficua collaborazione istaurata tra la Regione Piemonte e la Federazione Italiana Canoa Kayak, anche grazie all’armonia collaborativa con l’amministrazione comunale, le associazioni sportive e il comitato regionale della Federazione. È proprio il caso di dire che l’unione fa la forza. Insieme potremo dare maggior impulso a questa disciplina sportiva, con l'impegno e la certezza di valorizzare lo splendido territorio del Canavese”. 

IL PRESIDENTE BUONFIGLIO SUI RICORSI: A margine dell’incontro il Presidente federale Luciano Buonfiglio ha poi parlato anche di quanto deciso ieri dalla terza sezione del Collegio di Garanzia del CONI: “I ricorsi sono stati esaminati dal Tribunale Federale, dalla Corte Federale e sono stati respinti; ieri il Collegio di Garanzia ha ritenuto di reinviare invece alla Corte Federale l’esame del ricorso; ricorso che riguarda le schede, fogli di carta che sono stati letti elettronicamente e che sono andati a finire in uno scatolone che è stato sigillato ed è stato poi aperto davanti al Tribunale Federale, facendo emergere peraltro trecento voti in più per il sottoscritto. Non commentiamo le sentenze, le rispettiamo. Ma come responsabile principale della Federazione e assieme al consiglio federale abbiamo ritenuto fondamentale operare quotidianamente senza preoccuparci dei ricorsi, facendo tantissima attività e oggi siamo qui per presentare questa nuova squadra e per andare a vincere”. (Leggi la news integrale da www.coni.it). 

 

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004