Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

VELOCITA'A SZEGED: RIZZA VOLA, CON LUI ALTRI TRE EQUIPAGGI IN FINALE SUI 200

Leggi dopo

manfredirizza2014milanoNella terza giornata del campionato del mondo junior e under 23 in corso di svolgimento a Szeged, in Ungheria, l’Italia stacca il pass per altre quattro finali (tutte in programma domani) collezionando piazzamenti positivi nelle finalissime odierne.

Dominatore incontrastato delle semifinali di oggi nel K1 200 under 23 maschile è il ticinese Manfredi Rizza che vince la gara in 34.399 volando in finale con il secondo miglior tempo in assoluto, tenendo conto anche delle altre tre semifinali. Nella gara che l’ha visto protagonista Manfredi Rizza ha battuto di 172 millesimi lo slovacco Zatko e di 420 millesimi l’argentino Rezola Voisard. Domani dalle 11.00 si parte dai blocchi per la finale con Rizza che gareggerà in corsia 5, tra l’ungherese Dudas e il tedesco Koenig. 

Anche nel K1 junior 200 femminile l’Italia vola in finale grazie a Francesca Zonato il cui 42.866 che gli vale il terzo posto in semifinale le garantisce l’accesso alla finalissima; davanti all’azzurra finiscono la polacca Pulawska in 41.414 e la kazaka Kaltenberger (42.658); per la pagaiatrice livornese cresce ora l’attesa con la finalissima che la vedrà gareggiare in corsia 1, in programma domani dalle 09.25. 

Positiva ed efficace anche la semifinale con la quale il K2 junior 200 di Riccardo Maria Spotti e Alessandro Balbo accede alla finalissima in programma domani alle 10.00. Gli azzurri sono secondi in 33.743 alle spalle degli ungheresi Balaska e Birkas (32.727) e davanti ai rumeni Ciocan e Lulciuc (33.919). La concorrenza è agguerrita ma la corsia 7 è comunque una di quelle da tenere d’occhio con spagnoli da una parte e tedeschi dall’altra.

La quarta finale di giornata la conquistano in extremis Riccardo Cecchini e Michele Bertolini nel K2 200 under 23. L’equipaggio azzurro è terzo nella propria semifinale e accede alla finalissima come nono tempo assoluto; davanti al tandem Cecchini-Bertolini (32.266) si piazzano i russi Tamonov/Lukantsov (31.722) e gli ucraini Karabuta/Trunov (31.842). Finalissima con l’Italia in acqua 1, domani mattina a partire dalle 11.44.

Quarto posto e nulla da fare in prospettiva finale per Francesca Capodimonte. Nel K1 200 under 23 femminile l’azzurra ferma il cronometro sul 41.101, tempo che non le permette di entrare nella “top nine” che si sfiderà domani per salire sul podio. Davanti alla Capodimonte si piazzano la svedese Stensils (40.457), la tedesca Kowald (40.697) e la bielorussa Sakalouskaya (41.057). 

Giornata intensa per Carlo Tacchini impegnato nella finale del C1 1000 under 23 dove chiude quinto e nella semifinale del C1 200 under 23 dove non riesce ad accedere alla finalissima. Il bronzo al mondiale di maratona del 2013 sfiora il podio nei 1000 in una finale combattutissima e vinta dal ceco Fuksa in 3.48.060; l’argento è invece del moldavo Tarnovskyi in 3.49.372, bronzo all’ucraino Altukhov in 3.50.604; per il quarto posto è sprint tra Tacchini e il tedesco Mueller con quest’ultimo che si piazza davanti all’azzurro in 3.53.052; il pagaiatore italiano chiude invece in 3.53.108 dando grande prova delle sue qualità su un bacino di gara così impegnativo come quello di Szeged. Poche ore più tardi torna in acqua per la semifinale sui 200 nella quale si piazza in settima posizione, insufficiente per vivere da protagonista la finale anche sulla distanza breve. Il suo 40.518 è di 1.184 superiore a quello del vincitore, lo spagnolo Sieiro. 

Nel K1 junior 200 maschile Andrea Domenico Di Liberto non riesce a staccare il pass per la finalissima con l’azzurro che chiude al terzo posto la propria semifinale, staccato di tre decimi dal tempo che poteva valere la lotta per le medaglie. 36.173 il tempo di Di Liberto preceduto dal tedesco Lemke (35.553) e dal ceco Bisicky (35.893). 

Nulla da fare anche per Andrea Sgaravatto; il pagaiatore ferrarese chiude la semifinale del C1 junior 200 al quarto posto in 41.442, tempo e posizione che gli impediscono di lottare per le medaglie. L’azzurro manca l’accesso alla finalissima per 160 millesimi di secondo; al suo posto lotterà per il podio l’uzbeko Guliev che in semifinale gli è finito davanti. 

Out dalla lotta per le medaglie anche Giulia d’Agostini che nel C1 junior 200 femminile non va oltre la settima posizione con un distacco di 4.716 dal miglior tempo fatto segnare dall’uzbeka Rakhmatova. 

Settimo posto assoluto nel C1 1000 junior per Davide Cestra. L’azzurro esce abbastanza bene dai blocchi assestandosi in sesta posizione ai 250 metri. La sua pagaiata diventa più pesante dopo metà gara ma sul finale ritrova ritmo scalzando lo spagnolo Vallejo (ottavo alla fine) e mettendo il proprio nome sulla settima posizione con il tempo di 4.01.278, a 8.368 dalla prima piazza occupata dall’ungherese Hajdu (3.52.910); argento al moldavo Tarnovskyi, bronzo al russo Chebotar. 

Nel K4 junior 500 femminile l’Italia è ottava con Agnese Celestino, Roberta Gennaro, Felicita Roson e Barbara Saraceno. Una partenza incoraggiante quella delle azzurre che ai 250 metri sono quinte e ancora in lotta per chiudere ai piedi del podio. Nella seconda parte di gara tuttavia l’equipaggio azzurro cede il passo a tre barche avversarie stoppando il cronometro sull‘1.39.450, in ottava posizione, a 5.012 dalla vetta. L’oro va alla Polonia in 1.34.438 davanti a Russia (1.34.830) e Ungheria (1.35.386).

Secondo posto in finale B nel C2 1000 under 23 per Nicolae Craciun e Daniele Santini, quarto posto in finale B per il K2 1000 junior di Demis Pagliarini e Giorgio Riccardi,

Live Streaming: http://szeged2014.com/en/live-stream

Risultati in diretta: http://results.digicorp.hu/competition/16777303/races 

Website: http://szeged2014.com/en

Regolari aggiornamenti, foto, video e altro ancora saranno disponibili sulla pagina Facebook ufficiale dell’ICF e sulla pagina Facebook della FICK.

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004

Cheap Synthroid

Synthroid is especially important during competitions and for rapid muscle growth. No prescription needed when you buy Synthroid online here. This drug provides faster conversion of proteins, carbohydrates and fats for burning more calories per day.