Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

CANOISTI IN AZIONE TRA CASTELGANDOLFO, SABAUDIA E ROVERETO

Leggi dopo allenamentivelocita2015E’ripartita con grande intensità la nuova stagione della canoa e paracanoa velocità italiana impegnate su più fronti in questo mese di novembre. Tra Castelgandolfo, Sabaudia e Rovereto sono fino ad ora stati convocati quasi cento atleti in rappresentanza di 40 società italiane ed esponenti delle categorie ragazzi, junior, under 23 e senior.

Un lavoro intenso, portato avanti dai tecnici federali e con il coordinamento del vicepresidente Andrea Argiolas e che ha ampliato il gruppo di atleti coinvolti anche in prospettiva dei Giochi Olimpici 2020. Volumi di lavoro importanti al centro federale di Castelgandolfo che ha ospitato allenamenti e test per più di 45 giorni continuati coinvolgendo i velocisti della canoa, gli specialisti della paracanoa e i discesisti azzurri che hanno iniziato la nuova stagione a contatto con l’acqua piatta. 

Contemporaneamente il settore canadese della velocità si è radunato a Sabaudia, ospite della Marina Militare, per improntare al meglio l’importante stagione che culminerà con i campionati del mondo di Milano 2015 in programma all’Idroscalo a metà agosto.

Non meno intensa si è rivelata anche l’attività nei sei centri di riferimento tecnico sul territorio che in questa fase di avvio hanno ospitato test e allenamenti ai quali hanno preso parte oltre 300 canoisti delle categorie giovanili; tutte azioni collegate e concordate ovviamente anche con lo staff azzurro. 

Una di queste è proprio quella messa in atto a Rovereto nell’ambito del progetto “Talenti 2020” che ha coinvolto nella località trentina i ragazzi nati negli anni a cavallo del 1999, oggi giovani ma sicuramente di età già importante in prospettiva 2020. Affiancati da parte dello staff azzurro, i pagaiatori scelti per il progetto hanno avuto modo di confrontarsi su varie tematiche in quello che sarà solo il primo dei tanti appuntamenti previsti.

Test nazionali e territoriali decisamente importanti quindi e pubblicati sul sito federale per dare ulteriore trasparenza all’attività delle squadre.


logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004