Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

COPPA DEL MONDO, QUATTRO BARCHE AZZURRE IN FINALE

Leggi dopo

bertolinicecchiniSeconda giornata di gare oggi a Duisburg, in Germania, per i canoisti e paracanoisti italiani impegnati nella seconda prova di coppa del mondo della stagione.

Finale conquistata con autorità e potenza nel K2 200 per Manfredi Rizza e Matteo Florio; i fulmini azzurri in acqua 2 tengono il ritmo dei vicecampioni del mondo 2014 e campioni europei in carica Ronald Rauhe e Tom Liebscher con i tedeschi che vincono in 31.544 davanti agli azzurri che fermano il cronometro sul 32.035 conquistando così la finale dove pagaieranno in acqua 7. Al loro fianco, in acqua 8, anche l’altro K2 italiano composto da Riccardo Cecchini e Michele Bertolini che nella prima semifinale chiudono al terzo posto in 32.458 alle spalle dei serbi Novakovic-Grujic (31.608) e dei russi Postrigay-Dyachenko (31.853). Finale conquistata con un ottimo terzo posto in batteria anche per Daniele Santini e Luca Incollingo nel C2 200. L’equipaggio azzurro chiude in 39.212 alle spalle dei bielorussi Saladukha-Makhlai (37.973) e degli ucraini Kamerylov-Vergeles (38.246). Avanza in finale anche Sergiu Craciun nel C1 1000; semifinale vinta per lui in 3.57.254 davanti al romeno Carp e al tedesco Leue; nella stessa gara quinto e purtroppo eliminato Carlo Tacchini, autore di un buon recupero sul finale che non gli consente però di andare sotto il 4.00.973, tempo con il quale chiude la propria prova.

Nella batteria in cui solo i primi cinque passano il turno, accede alla semifinale Matteo Florio nel K1 200 con l’azzurro della LNI Mantova che chiude al quarto posto in 36.860 alle spalle del francese Beaumont (35.748), del serbo Dragosavljevic e del canadese Scott. In semifinale anche Edoardo Chierini che nella prima batteria di qualifica è quinto in 37.033 nella gara vinta dallo svedese Menning in 35.529; Chierini precede di 66 centesimi, eliminandolo, il polacco e campione del mondo del 2011 Piotr Siemionowski.

Finale invece sfiorata di un soffio per il K2 1000 di Nicola Ripamonti e Albino Battelli, deludenti e fermati in batteria all’europeo di Racice ma a Duisburg protagonisti di una semifinale in crescendo chiusa al terzo posto in 3.15.755. Gli ungheresi Szalai-Kammerer vincono in 3.12.361 con gli australiani Wallace-Tame secondi in 3.13.120. Azzurri protagonisti di una partenza sottotono (sesti ai 250 metri) ma determinati nel recuperare fino al terzo posto che tuttavia vale l’accesso alla finale B a segnare un passo avanti rispetto alle delusioni europee.

Niente finale per Irene Burgo nel K1 500. La siciliana, due volte sul podio agli europei di Racice, chiude con il quinto posto di semifinale. Il suo crono (01.53.508) non le permette di avvicinare le migliori con la belga Peters che vince in 01.51.404 davanti alla romena Lauric; poi Kohlova (SVK) e Liapeshka (BLR). Out dalla finalissima anche i nostri impegnati nel K1 1000. Giulio Dressino sfiora l’accesso chiudendo al terzo posto in semifinale (passavano i primi due). Vince il danese Poulsen in 3.30.476 davanti al tunisino Mrabet (3.31.290); Dressino è subito dietro in 3.33.230 mentre Mauro Crenna tiene fino ai 500 metri per poi archiviare la pratica semifinale in ottava posizione.

Gara lontana dalle prime posizioni anche per il K2 1000 di Andrea Dal Bianco ed Ermes Bacci, ottavi, che fermano il cronometro sul 3.23.622 e con la conseguente eliminazione già in batteria.

Domani spazio alle prime finali della canoa e al resto del programma. Per tutti i dettagli:

Sito ufficiale: http://www.kanuduisburg.de/WorldCup2015/

Live streaming web dell'evento: https://youtu.be/rYu_1Gosxjs

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004