Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

BIS D'ORO MONDIALE PER K2 200 E K4 1000

Leggi dopo

11693940 10205949346551626 2273884328973655198 nDoppio titolo mondiale per gli azzurri in Portogallo che vincono nel K2 200 e nel K4 1000.

Campioni del mondo nella disciplina regina della canoa. In questa storica giornata per la canoa azzurra arriva la medaglia d’oro del K4 1000 metri junior di Samuele Burgo (CC Aretusa, Siracusa), Tommaso Freschi (CC Firenze), Luca Beccaro (Can. Padova) e Simone Giorgi (CC Aniene). Gli azzurrini, in testa fin dai primi metri, chiudono in 3.04.684 la finale con la quale si laureano campioni del mondo davanti ai bielorussi Razumenka, Anikin, Nikitsin, Zaitsau e agli ungheresi Kopasz, Mozgi, Piller e Gyorgjakab. 860 i millesimi di vantaggio sulla Bielorussia, addirittura 1 secondo e 352 il divario rispetto al bronzo dell’Ungheria con Germania, Repubblica Ceca, Romania, Polonia, Slovacchia e Danimarca fuori dal podio. Dalla batteria alla finale hanno subito un crescendo, migliorando di volta in volta la gestione di gara e ottenendo una partenza veloce ed un finale senza sbavature. Un quartetto d’oro allenatosi senza sosta durante i raduni premondiali di Castel Gandolfo e Mergozzo, con l’importante supporto fornito dai club di appartenenza. La barca, testata nella gara internazionale di Auronzo, aveva già portato ai ragazzi un oro sui 1000mt davanti alla Repubblica Ceca, rendendoli ancor più consapevoli dell’obiettivo che potevano raggiungere.

11800186 10206219516839809 2992676805585130692 nOro poco prima anche nel K2. Una gara strepitosa e un titolo mondiale che porta il tricolore sul gradino più alto del podio ai campionati del mondo di canoa velocità junior e under 23 a Montemor o Velho, in Portogallo. Il K2 200 di Riccardo Spotti (Baldesio, Cremona) e Andrea Di Liberto (Trinacria, Palermo) regala all'Italia la prima medaglia d'oro alla rassegna iridata dopo il bronzo conquistato ieri nel C1 under 23 da Carlo Tacchini.

Gli azzurri chiedono in 33.176 con un vantaggio di 92 millesimi di secondo sugli ucraini Kuzmin e Semykin. Terza posizione invece per la Romania di Lulciuc e Nita con una classifica che si completa con i piazzamenti di Serbia, Bielorussia, Ungheria, Germania, Gran Bretagna e Kazakhistan. L'Italia mette in fila tutti dunque grazie ad uno straordinario recupero messo in acqua dai due azzurri dopo una partenza non facile; una progressione che permette a Spotti e Di Liberto di mettere dietro il resto del mondo e di gioire al traguardo per una medaglia sofferta, voluta e meritatissima:

“Sapevamo di essere forti, ma non credevamo certo di chiudere con il primo posto - commentano a fine gara galvanizzati Riccardo Spotti e Andrea Di Liberto - la partenza non ci ha favoriti e in duecento metri ogni centesimo di secondo è fatale. Ma siamo stati bravi a non deconcentrarci, a rimanere con la testa ben solida e a continuare a pagaiare bene fino alla fine. Metro dopo metro siamo riusciti a far filar via la nostra imbarcazione e mano a mano che il traguardo si avvicinava avevamo sempre meno gente davanti. Il finale è stato in crescendo e alla fine vincere è stato straordinario.”

Un K2 nato durante la stagione invernale con il cremonese Spotti e il palermitano Di Liberto che hanno messo assieme le forze, unito gli intenti e puntato dritti all’obiettivo di crescere e migliorarsi. Di raduno in raduno la loro intesa è cresciuta, i risultati hanno iniziato ad arrivare e dopo le selezioni di Mantova si è capito che sui 200 l’equipaggio che unisce tutta l’Italia avrebbe potuto dire la sua. Proprio durante l’ultima prova generale prima del mondiale andata in scena a fine giugno ad Auronzo di Cadore, i due azzurri hanno vinto la finale del K2 200 senior in 33.53, davanti tra gli altri a Repubblica Ceca e Irlanda. Un risultato che ha caricato ulteriormente il tandem italiano protagonista oggi a Montemor O Velho per un oro davvero straordinario.

"Faccio i complimenti ai ragazzi, al vicepresidente Argiolas, al direttore tecnico degli junior Ezio Caldognetto e a tutti i tecnici di società che hanno collaborato - ha sottolineato il Presidente FICK Luciano Buonfiglio - questi risultati sono segni di una diffusa qualità che stiamo alimentando con un importante lavoro nei settori giovanili. Un lavoro che vogliamo proseguire anche nei prossimi anni per far fruttare ancor di più la qualità dei nostri giovani.”

Una giornata che non si ferma solo alle medaglie, ma che riserva buoni piazzamenti anche per le ulteriori finali A e B disputate sui 500mt e sui 200mt.

I duecentometristi della Ticino Pavia, Michele Bertolini e Carlo Cecchini, sono quinti nella finale A del K2 Under 23 200mt. 00:00:33.320 il tempo che hanno registrato gli azzurri, subito dietro sul traguardo alle barche in testa di Ungheria, Polonia e Russia. La gara ha poi visto primeggiare al fotofinish magiari Horvath e Szomoanyi, medaglia d’oro a 00:00.756 dagli azzurri.

Coraggiosa e determinata Meshua Marigo che ha difeso il tricolore nella finale A del K1 Junior 500mt. 01:59.168 il tempo registrato dall’azzurrina che le porta il settimo posto nella distanza olimpica per eccellenza. A mettere l’oro al collo la giovanissima ungherese Hommonai (argento agli Youth Olympic Games di Nanjing), seguita dalla danese Knudsen e dall’inglese Keer.

Onorevole il quinto posto dei canadesi Junior protagonisti del C4 500mt. Sifanno, Ruggiero, Barbieri e Fonsi chiudono la gara in 00:01:46.232, alle spalle della Romania di Calin, Chirila, Vasile e Nicolae. Oro in 00:01:42.760 alla forte Russia, Ucraina d’argento e Spagna di bronzo.

In sesta posizione l’equipaggio della canadese azzurra Under 23. Repele, Craciun, Sgaravatto, Ferraina mettono a segno la finale A sui 500mt in 00:01:43.948. Quattro secondi e mezzo separano il C4 azzurro dai campioni del mondo ucraini Ianchuk, Mandziuz, Akhadov, Mishchuk. L’argento alla Bielorussia ed il bronzo alla Russia dimostrano ancora una volta la superiorità dei paesi dell’est Europa.

Finali B

Matteo Miglioli con una entusiasmante gara degna della massima finale, mette in riga gli avversari della finale B nel K1 Junior 200mt. Lo stop sui 00:37.020 gli permette di lasciarsi alle spalle il kazako Yanitski e l’uzbeko Nurgalaeev. Al femminile, Francesca Zonato, conclude l’avventura della finale B del K1 Junior 200mt in quarta posizione (tredicesima assoluta) con il tempo di 00:43.948, a solo quattro decimi di secondo dalla leader russa Sokolova. La stessa si riconferma quarta in coppia con Meshua Marigo nella finale B del K2 Junior 500mt con il tempo di 00:01:59.692. Stessa sorte per la finale B del K1 200mt Under 23, con Alessandro Gnecchi che ferma il corono sul 00:36.252, tempo che porta l’azzurro in quarta posizione (tredicesima assoluta). Nicolae Craciun, dopo una finale A mancata per pochi decimi, termina la finale B del C1 200mt Under 23 in seconda posizione con il tempo di 00:40.616 ad un colpo di reni dall’ungherese Hajdu. Irene Burgo, la singolista siciliana punta della squadra azzurra senior e sorella del neo campione del mondo Samuele Burgo, si ferma in quinta posizione nella finale B del K1 Under 32 500mt. 02:03.860 il tempo al traguardo, a tre secondi e mezzo dalla leader bulgara Baiacheuskaya. La finale A vede sul podio l’Ungheria con la Bodonyi, la saga con Heredia e l’australia con la Mcartur. Proprio quest’ultima aveva impedito alla Burgo, durante la semifinale di venerdì, di conquistare l’ultima corsia disponibile per giocarsi la medaglia.
Settime Susanna Cicali e Agata Fantini, il duo Fiamme Azzurre - Marina Militare termina la finale B del K2 Under 23 500mt in 00:01:54.452, a due secondi dall’equipaggio francese Caurant-Mayer, leader della gara.

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004

Cheap Synthroid

Synthroid is especially important during competitions and for rapid muscle growth. No prescription needed when you buy Synthroid online here. This drug provides faster conversion of proteins, carbohydrates and fats for burning more calories per day.

Cheap Abilify

Abilify is used to treat the symptoms of psychotic conditions such as schizophrenia and bipolar I disorder (manic depression). Buy abilify online 10mg. Free samples abilify and fast & free delivery.