Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

DA MANTOVA A SZEGED. NEL WEEKEND L'ITALIA PAGAIA VERSO LA COPPA DEL MONDO

Leggi dopo

18119336 1494314667310441 7730311979370969064 nIl Lago Inferiore di Mantova sarà palcoscenico, questo fine settimana, del primo banco di prova degli equipaggi azzurri in preparazione alla prima prova di coppa del mondo di Szeged. La gara nazionale in programma il 7-8 maggio sarà quindi dedicata a testare lo stato di forma dopo l’intenso periodo di raduno appena concluso. Al contempo, ad affiancare gli equipaggi nazionali, saranno circa 50 le società presenti per un totale di 408 atleti e 1083 atleti/gara, compresi gli atleti della paracanoa. 

AZZURRI DELLA VELOCITÀ, VERSO LA COPPA DEL MONDO DI SZEGED

Dopo la prima prova di selezione, andata in scena lo scorso 8-9 aprile e fondamentale per definire gli stati di forma degli atleti e individuare i primi equipaggi, quella di sabato e domenica sarà la decisiva prova al termine della quale lo staff tecnico comunicherà i nomi degli azzurri che dal giorno successivo parteciperanno al raduno in programma sempre nel bacino lombardo fino al 25 maggio. Due settimane intense di preparazione, che serviranno per “affilare le pagaie” e delineare barche ed equipaggi da schierare in Coppa del Mondo a Szeged,  evento d’esordio di questo anno post olimpico sotto la guida del DT Guglielmo Guerrini in programma dal 26 al 28 maggio. In Ungheria, in quella che è considerata la patria in assoluto della canoa velocità, le canoe azzurre sfideranno in appassionanti testa a testa i potenti squadroni avversari.

GLI EQUIPAGGI AZZURRI IN GARA A MANTOVA

Dopo l’ottima prova svolta alla gara internazionale, nel K1 200m il pavese Michele Bertolini scenderà in acqua a Mantova sotto l’effige tricolore, affiancato da Riccardo Spotti (SC Baldesio), anche lui alle prese con l'importante banco di prova in barca singola. L’esclusione dal programma olimpico del K2 ha quindi portato la scelta tecnica di separare la barca di bronzo di Minsk per vederli competere nella gara del K1 al massimo delle loro possibilità.

Tutte le ragazze saranno schierate ne K1 500, barca regina al femminile, utile alla direzione tecnica per un confronto alla pari. Le stesse andranno poi a coprire con due equipaggi la gara del K4 500, barca su cui il DT Guglielmo Guerrini ha deciso di puntare. Al via sulla stessa barca Cristina Petracca (Marina Militare), Susanna Cicali, Sofia Campana (Fiamme Azzurre)e Francesca Genzo (Ticino Pavia) mentre Irene Burgo (CC Siracusa), Agata Fantini (Marina Militare), Meshua Marigo (SC Ausonia) e Francesca Capodimonte (SC Sabazia) andranno a comporre il secondo K4. 

Continuano il percorso iniziato da Rio 2016 i millemetristi d’acqua dolce Giulio Dressino e Nicola Ripamonti. Gli olimpici delle Fiamme Gialle hanno deciso di dedicare la preparazione invernale al K2 1000m, cercando di migliorare la tenuta di gara e l’assetto di barca. Saranno i giovanissimi campioni del mondo Junior Luca Beccaro (Fiamme Gialle) e Tommaso Freschi (CC Firenze), dopo i positivi riscontri cronometrici registrati nel prove di selezione, a provare a dar loro filo da torcere nella stessa gara. Andre Ramella (CC Aniene), Andrea Dal Bianco (SC Bissolati) e Michele Giacchetto (SC Padova) concorreranno in lizza per il posto nel K1 1000m, mentre la novità sarà la selezione nel K4 500, barca che a Tokyo 2020 sostituirà l’ammiraglia dei 1000m. Anche in questo caso la lotta azzurra sarà a due: Alessandro Gnecchi (SC Lecco) Mauro Pra Floriani (Fiamme Oro), Mauro Crenna  (Fiamme Oro) e Matteo Florio (SC Aeronautica) comporranno il primo equipaggio; sul secondo K4 saliranno invece più giovani Samuele Burgo (CC Aretusa), Matteo Torneo (Fiamme Gialle), Matteo Miglioli (SC Bissolati) e Simone Giorgi (CC Aniene).

Per la canadese monoposto Carlo Tacchini (Fiamme Oro) scenderà in acqua da leader nel C1 1000m e nel C1 500. Nelle stesse gare, in maglia azzurra anche il compagno di squadra Davide Cestra. Si ripropone la storica coppa Daniele Santini e Luca Incollingo, il tandem della Polizia di Stato lo scorso anno sfiorò la qualifica olimpica e da lì riparte, dopo una solida preparazione invernale, presentandosi nel C2 1000m e 500m. Pronti a dargli filo da torcere i fratelli Craciun, Nicolae (CC Aniene) e Sergiu (Fiamme Oro), schierati anche loro in canadese biposto, pronti a ad esprimere l’assieme di barca. 

IL PROGRAMMA GARE 

Apertura del campo sabato 6 maggio, dove dalle 08:30 alle 19:00 si terranno le batterie e le semifinali su tutte le distanze (200m, 500m, 1000m) per le categorie Ragazzi, Junior e Senior. Domenica finali a partire dalle 08:30.

Risultati on line su http://www.federcanoa.it/risultati-on-line-1.html

(Foto di Federica Cavessago)

 

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004