Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

COPPA DEL MONDO: CARLO TACCHINI SFIORA IL PODIO. BENE LA CANADESE AZZURRA A SZEGED.

Leggi dopo

RioOlympicsCanoeSprintMenJPEG c9a12 1471271312 5339 k2mB 990x556LaStampa.itTerza giornata di Coppa del Mondo a Szeged, in Ungheria, per i canoisti italiani impegnati nell’esordio della stagione 2017. Nelle finali odierne è la disciplina monopala della canadese a far la parte da leone, con Carlo Tacchini che sfiora il podio del C1 1000m, piazzandosi quarto ai margini del bronzo. Rispettivamente settimi e noni i due equipaggi del C2 1000m maschile, Craciun/Craciun e Incollingo/Santini. Ai buoni piazzamenti di oggi si aggiunge un’ulteriore importante finale conquistata sempre dal tandem dei canadesi Incollingo/Santini, questa volta nel C2 500m. 

Domani si prosegue con l’ultima giornata di gare. Italia presente nella lotta al podio della finale A del K2 200m con Susanna Cicali e Francesca Genzo; ed in quella del C2 500m con Daniele Santini e Luca Incollingo; mentre proverà a trovare i migliori piazzamenti nelle finali B e C delle altre specialità.

Di seguito il dettaglio delle gare odierne.

FINALI A 1000m

Prime finali disputate nel bacino magiaro, con il miglior piazzamento portato a casa da Carlo Tacchini nel C1 1000m. Il giovane verbanese taglia il traguardo sul tempo di 3:48.977, che lo porta un secondo e mezzo fuori dal podio. Quinto nell’intertempo del 500m, prova il recupero in risalita sul finale, ma non riesce ad imporsi sul bronzo polacco Kaczor (3:47.208). Martin Fuksa, incontrastato leader ceco di specialità, mette al collo l’oro in 3:45.624, mentre in 3:46.424 l’argento va al brasiliano Isaquias Queiroz Dos Santos. Sempre nella canadese, il tandem dei fratelli Nicolae e Sergiu Craciun nella finale A del C2 1000m ferma il crono sul 3:30.458, concludendo in settima posizione a +2.915 dall’oro polacco Slominski/Kaminski. Cuba e Germania completano il podio. Nella stessa gara nona piazza per l’altro equipaggio azzurro composto da Luca Incollingo e Daniele Santini. 

FINALI B/C 1000m

In scena anche le finali B e C delle gare disputate ieri. Samuele Burgo porta a casa un settimo posto nella finale B del K1 1000m, tagliando il traguardo sul tempo di 3:33.302. Il giovanissimo millimetrista siciliano ha saputo difendersi bene in una gara insidiosa e difficile, in mezzo ai big di categoria, dimostrando una buona crescita. Settimo anche Davide Cestra, nella finale del C1 1000m, chiusa con il tempo di 4:00.579. Finale C, invece, per i due equipaggi del K2 1000m: Giulio Dressino e Nicola Ripamonti chiudono a 3:11.864 in seconda posizione; subito dietro, a solo 6 centesimi di stacco, i compagni di squadra Tommaso Freschi e Luca Beccaro (3:11.933). 

SEMIFINALI 200m e 500m

Corsia in finale conquistata da Luna Incollingo e Daniele Santini nel C2 500m. 1:40.671 il terzo tempo registrato sul traguardo della semifinale che permette al tandem della Polizia di Stato di ritrovarsi domani, ai blocchi di partenza, per la lotta alle medaglie. Fuori, invece, l’equipaggio dei fratelli Craciun. 

Quattro centesimi di secondo separano Cristina Petracca e Sofia Campana dall’accesso alla finale nel K2 200m. Le azzurre terminano la prova semifinale con il quarto tempo (38.840) che le impedisce di passare in finale e raggiungere le compagne Susanna Cicali e Francesca Genzo, già qualificate ieri grazie alla positiva prova in batteria. Nella sprint del 200m out anche Carlo Tacchini, con un settimo posto (42.927) che decreta lo stop. Nelle semifinali del K1 200m, nemmeno Riccardo Spotti e Michele Bertolini riescono ad accedere in finale A. Una delle gare più difficili, quella dei due velocisti, con raffiche di vento ai blocchi di partenza che hanno creato qualche fastidio, in una distanza dove sono propio le prime pagaiate ad essere di fondamentale importanza. Spotti è quinto nella I semifinale, con un buon crono di 36.422; Bertolini è, invece, sesto nella IV semifinale, chiudendo la gara in 36.705. Domani dovranno accontentarsi della finale C. Nono tempo per il K2 500m femminile di Francesca Capodimonte e Agata Fantini, che ferma l’avventura di coppa in semifinale (1:51.272).  

In barca multipla l’Italia non riesce ad accedere in finale A né con il K4 500m maschile né con quello femminile. Cristina Petracca, Susanna Cicali, Sofia Campana e Francesca Genzo terminano settime la semifinale (1:38.628), non riuscendo a posizionarsi tra le prime tre posizioni. Dovranno, quindi, accontentarsi della finale B. Stessa sorte per il K4 maschile di Crenna, Florio, Gnecchi e Tommaso Freschi (quest’ultimo inserito al posto di Mauro Pra Floriani costretto a letto da una febbre). La buona semifinale, in crescente recupero, chiusa in quarta posizione (1:21.251) non è bastata a centrare una delle prime tre posizioni, persa per solo 4 decimi di secondo. Il secondo K4 maschile di Giorgi, Miglioli, Di Liberto e Torneo si ferma, invece, in batteria. 

Risultati Live: http://results.digicorp.hu/competition/16777357/races

Live Streaming: https://www.youtube.com/user/CanoeKayakTV

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004