Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

CNU SABAUDIA 2021: IL CUS ROMA TRIONFA AI CAMPIONATI ITALIANI UNIVERSITARI

images/large/82FCD1D9-39CE-4A28-BB56-6B92634E3589.JPG
UNIVERSITARI

Si sono conclusi quest’oggi, domenica 24 ottobre, i Campionati Nazionali Universitari di Canoa Kayak e Canottaggio svoltisi presso il bacino del lago di Paola a Sabaudia. Un’intensa due giorni di gare al quale hanno partecipato più di 185 atleti appartenenti a quindici atenei italiani in rappresentanza di altrettanti Centri Universitari Sportivi. Alta la qualità degli atleti in gara, a dimostrazione che il difficile binomio sport-università è possibile, grazie soprattutto al supporto dei numerosi centri universitari sportivi CUSI affilati alla FICK.

In classifica generale vince la squadra del CUS Roma, che va al comando della classifica con 229 punti; segue in seconda piazza con 217 punti il CUS Pavia; terzo il CUS Milano con 174 punti. 

Sui 1000m nel K1 maschile, oro al CUS Milano con Giulio Bernocchi (3'38.11), che batte Giacomo Combi (3'40.04) del CUS Pavia e Simone Giorgi sotto i colori del CUS Roma (3'40.10). E’ invece il fratello Simone Bernocchi (CUS Roma) a primeggiare sulla media distanza dei 500m in 1'45.28, davanti a Marco Borgotti del CUS Milano (1'46.63) e al CUS Roma di Simone Giorgi (1'48.64). Il CUS Torino di Calò e Quattroccolo conquista il titolo universitario nel C2 senior maschile 1000m e 500m, mentre la medaglia d’oro nel C4 500m e 1000m va al CUS Roma. La rodata coppia formata del CUS Milano formata da Filippo Vincenzi e Giulio Bernocchi (3'26.61) senza difficoltà porta a casa la vittoria del K2 1000m maschile, lasciando l’argento al tandem del CUS Roma Bagolin-Romano, ed il bronzo a quello del CUS Padova di Soldi-Combi. CUS Milano che mette in archivio in 3'06.88 anche il titolo universitario in K4 1000m, grazie ad Andreis, Vicentini, Borgotti e Vincenzi, che si impongono ancora una volta sul CUS Roma (3'12.11) e sul CUS Pavia (3’16.28). Ai meneghini anche la vittoria del K2 500m con Giulio Bernocchi e Marco Borgotti, primi sul traguardo in 1'34.60, davanti agli equipaggi del CUS Roma formati da Riccardo Lonigro e Gabriele Duchini (CUS Roma), argento in 1'36.52, e Luca Della Chiesa e Luca Bagolin bronzo in 1'38.78. Manuel Scomparin, sotto i colori del Cus Venezia, vince in volata il K1 200m con il tempo di 36.84, davanti ad una doppietta argento-bronzo del CUS Roma, rispettivamente in seconda e terza posizione con Giorgi (37.47) e Bernocchi (37.84). Lo stesso CUS Roma porta a casa il titolo universitario nel K2 200m con Simone Bernocchi e Riccardo Lonigro, primi in 33.36. I ragazzi del CC Aniene lasciano l’argento al CUS Pavia di Luca Sparneri e Simone Grossi (33.76) ed il bronzo al CUS Padova di Alberto Zago e Alessandro Pilone (34.60). Conclusione d'oro per il CUS Pavia che con vince la staffetta K1+K2+K4 in 1’47.46 davanti al CUS Roma (1'47.99) ed al CUS Milano (1’50.57). Tra le donne, a vincere nel K1 200 è l’azzurra di Tokyo 2020 Francesca Genzo, per il sodalizio del CUS Trieste con il tempo di 41.69. Nel K1 500m è l’azzurra Sara Daldoss, in gara per il CUS Padova, a guadagnasi l’oro con il crono di 1’56.15. Sempre CUS Padova protagonista nella canadese monoposto femminile con la vittoria di Claudia Fabiola Benvegnù su entrambe le distane di gara. La coppia del CUS Pavia, formata da Mathilde Rosa e Elena Ricchiero, è oro nel K2 500m, nel K2 200m, nel K2 1000 e nel K4 500m con l’aggiunta di Giulia Formenton e Ilaria Garavelli.

Entusiasta al termine della due giorni di gare il Presidente del Centro Universitario Sportivo Italiano Antonio Dima: “I CUS hanno risposto con delegazioni dai grandi numeri, ma non solo. A Sabaudia abbiamo visto anche tanta qualità e gli atleti in gara sono stati ammirevoli per lo spirito con cui hanno affrontato il fine settimana. Lo sport universitario grazie a loro è ripartito nel migliore dei modi in questa stagione ed anche il clima ci ha supportati regalandoci quarantotto ore di sole. Che tutto ciò sia di buon auspicio per il movimento”. Bilancio positivo dunque per il primo appuntamento agonistico dei migliori studenti atleti italiani, che dal CUS Trieste al CUS Bari si sono sfidati in acqua rappresentando tutta Italia: “Siamo felici per come siano andati nel complesso i CNU della ripartenza. Mi sento di ringraziare le federazioni che hanno collaborato al buon esito della manifestazione, nelle persone del Presidente Abbagnale e del Presidente Buonfiglio per la fattiva collaborazione” ha concluso il Presidente Dima.

“Ogni anno con immenso orgoglio notiamo una partecipazione qualitativamente e quantitativamente sempre maggiore a dimostrazione che, conciliare con profitto percorso accademico e sport di alto livello è possibile, ed il CUSI, con l’appuntamento dei CNU, ne è massima espressione” – dichiara il Presidente della Federazione Italiana Canoa Kayak Luciano Buonfiglio – “Siamo fieri di poter rappresentare cum laude nel mondo, anche attraverso le numerose medaglie vinte ai Campionati Universitari, l’Italia della canoa. Sono da sempre convinto che le persone motivate possono superare i propri limiti, perché nello sport come nello studio, è fondamentale la dedizione e la costanza per il raggiungimento dell’obiettivo preposto. Un ringraziamento al Presidente Antonio Dima, con l’augurio che il movimento sportivo universitario possa ottenere la collocazione che merita nel mondo dello sport”.

RISULTATI