Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

EMOZIONI "WILD" NELLA DUE GIORNI DI CITTA' DI CASTELLO

Leggi dopo

10474624 10153185583451703 1137792993297569035 nLa seconda tappa del Grand Prix d’Italia di canoa discesa ha visto protagonista Città di Castello con una due giorni caratterizzata dalle prove riservate sia allo sprint e che alla lunga distanza. Portata regolare, con la rapida più insidiosa del percorso, soprannominata per la sua difficoltà il “buco di Città di Castello, che ha messo alla prova le abilità dei pagaiatori migliori d’Italia. Novità assoluta ha riguardato la modalità di svolgimento della gara lunga con partenza in contemporanea, con gli atleti che, divisi per categoria e specilità, sono partiti tutti insieme dallo stesso punto.

Sprint

Il K1 maschile di Davide Maccagnan, in forza al Corpo Forestale dello Stato, si riconferma d’oro chiudendo con il tempo di 01.06.690 con solo 3 centesimi di secondo di vantaggio su Mariano Bifano, portacolori della Marina Militare che in 01:07.063 conquista l’argento; terzo posto in 01.07.471 per il plurispecialista Federico Urbani, punta del CC Aniene, che dopo il titoli italiani ottenuti nelle scorse settimane nella specialità acqua piatta si conferma di bronzo sul podio della wildwater. Tra conferme e sorprese il K1 femminile resta una certezza con l’oro vinto dalla campionessa del mondo in carica, Costanza Bonaccorsi (Comunali Firenze), che ferma il crono su 01:14.573 in vantaggio di 9 decimi su Beatrice Grasso (Canottieri Genovesi Elpis), seconda in 01:23:951; doppietta per la Canottieri Genovesi Elpis che mette sul podio anche il bronzo con Serena Guelfi. Nel C1 maschile è Jacopo Toccafondi (CC Firenze) ad avere la meglio in 01:24:267 su Marco Salogni (MM Militare) che ferma il tempo sul 01:27:575; completa il podio Spiganti Ba Bamrungna Phan (CC Firenze), in 01:30:989. Nel C2 il tandem Benciolini/Quintarelli (CC Pescantina) conquistano il primo posto in 01:22.931 davanti a Nupieri/Parmeggiani (C. Mutina) secondi in 01:25.790 e Gaiani/Guidi (CC Rimini), terzi per 01:45.412. Podio invariato per il C1 femminile, che vede anche per questa prova la leadership consolidata di Marlene Ricciardi (Marina Militare) con la chiusura della prova sprint in 01:33:015 precedendo Chiara Carbognin, seconda sul traguardo per soli due decimi di secondo; completa il podio il Canoa Club Oriago con Vanessa Zamparese in 01:50:022.

Lunga

Podio stravolto nel K1 senior con il capitolino Federico Urbani (CC Aniene) che si impone in 19:34.577, davanti a Stefano Scremin (Valbrenta Team) secondo di circa sei secondi, Mariano Bifano (Marina Militare), dopo l’argento sullo sprint, mette la collo l’ultima medaglia disponibile sulla lunga in 19:55.371.
Classifica invariata, invece al femminile, dove Costanza Bonaccorsi (CC Firenze) in 22:18.586 mantiene il primato sulle genovesi Beatrice Grasso e Serena Guelfi (Canottieri Genovesi Elpis) rispettivamente sul traguardo in 22:57.293 e 24.19:873. Nel C1 maschile bissa l’oro Jacopo Toccafondi (CC Firenze) primo dopo la lunga in 23:34.151, davanti a Carlo Benciolini (CC Pescantina), argento in 24:47.865; chiude il podio Marco Galimberti (Cassano d’Adda) fermando il crono sul 25:54.067. Tra le donne, questa volta è la campionessa mondiale in carica, Chiara Carbognin (CC Pescantina) ad aggiudicarsi la medaglia d’oro della canadese monoposto in 26.36.157. Nupieri/Parmeggiani (Can. Mutina) si impongono nella canadese monoposto in 24:10.504 davanti a Gaiani/Guidi (CC Rimini).

Prove Junior di alto livello con la vittoria nel C1 femminile sprint della figlia d’arte Alice Panato (CC Pescantina) che bissa anche la vittoria sulla lunga, mentre al maschile la medaglia d’oro rimane fissa al collo di Mattia Quintarelli in entrambe le distanze, fermando il crono su 01:25.907 sulla breve ed su 23.36:448 nella lunga, con tempi degni del podio di categoria superiore. Nel K1 maschile sprint guida senza esitazioni la canoa sul traguardo con il tempo di 01:10.084 il giovane Gabriele Esposito, che porta all’oro il CC San Giorgio a Liri, mentre per la lunga è Andrea Bernardi (Valbrenta Team) a concludere in 20.21.240, tempo che lo porta a guadagnare l’oro. Tra le donne del K1 è il Canoa Club Oriago che con la giovane Giulia Formenton si aggiudica il gradino più alto del podio in entrambe le distanze.

La città perugina ha visto in acqua un’alta partecipazione quantitativa e qualitativa. Numerosi anche gli atleti più piccoli, appartenenti alle categorie giovanili allievi e cadetti che si sono destreggiati con onore domando le acque del Tevere. Le successive gare appartenenti al circuito Grand Prix d’Italia si svolgeranno a Laino Borgo il 12 aprile, a Perugia il 10 maggio, per poi concludersi a Pescantina il 5-6 settembre.

Foto di Niccolò Pandolfini.

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004

Cheap Synthroid

Synthroid is especially important during competitions and for rapid muscle growth. No prescription needed when you buy Synthroid online here. This drug provides faster conversion of proteins, carbohydrates and fats for burning more calories per day.