Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

PARACANOA IN SARDEGNA. PROSEGUE L'AVVICINAMENTO A RIO 2016

Leggi dopo
paracanoasardegnaIntenso ed estremamente positivo. Si riassume così il raduno della nazionale azzurra di paracanoa ospitata in questi giorni a Cagliari per preparare al meglio l’avventura dei prossimi giochi di Rio 2016. Guidata dal direttore tecnico Stefano Porcu la squadra italiana ha svolto la prima fase della preparazione nella calda Sardegna con allenamenti effettuati nella palestra della polisportiva Ateneo, nelle acque della sede nautica della Lega Navale a Marina Piccola, nel mare di Poetto e nel parco naturale di Terramaini presso il CKS Le Saline.
 
Canoe classiche ma anche surfski hanno accompagnato gli azzurri nelle giornate di raduno in un ambiente ospitale e molto più mite rispetto alla penisola dal punto di vista climatico. La prossima fase della preparazione vedrà gli atleti impegnati a Castelgandolfo e ovviamente nei rispettivi club di appartenenza. In terra sarda sono approdate le canoe di Salvatore Ravalli e Andrea Biagi (C.C. Catania), Federico Mancarella (C.C. Bologna), Marius Bodgan Ciustea e Simone Giannini (AISA Sport) per il kayak maschile, Ngamada Ngol Ndara (C.C. Mestre) e Andrea Pistritto (CUS Torino) per il V1 maschile, Veronica Yoko Plebani (K.C.C. Palazzo Sull’Oglio) e Juliet Kaine (C. Mutina) in rappresentanza del kayak femminile.
 
Proprio Federico Mancarella rimarrà in Sardegna per proseguire il lavoro in vista di Rio 2016; il resto della squadra si riaggregherà invece nei successivi raduni organizzati dallo staff azzurro.

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004