Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

POLO: POSILLIPO TORNA SUL TRONO D'ITALIA

Leggi dopo
CANOAPOLO.rid.jpgMILANO, 31 LUGLIO – Dopo due anni il Posillipo torna sul trono della canoa polo italiana. Suo lo scudetto 2011 della serie A maschile proprio al termine di una stagione che, prima dei play off che si sono conclusi questa sera all’Idroscalo di Milano, era finita decisamente al di sotto delle aspettative con la squadra al terzo posto della classifica, dietro Chiavari e San Nicola e costretta a passare per i quarti. Quella che in queste due giornate milanesi dei play off è scesa in acqua è invece sembrata decisamente un’altra squadra. Più tonica, sia fisicamente sia mentalmente, più pronta a giocarsi tutto. Una determinazione che ha fatto la differenza anche nel conclusivo confronto diretto con gli avversari di sempre, i liguri del Chiavari. I campioni uscenti hanno rispettato i pronostici liberandosi (pur se con qualche difficoltà nella prima partita)  del KST Siracusa in semifinale. Ma in finale non hanno avuto il ritmo di sempre. ‘’Sembravano tesi in acqua – l’osservazione di Fabiano Roma consigliere federale responsabile per la polo – e probabilmente ha giocato a favore del Posillipo anche la finale secca introdotto da quest’anno. Il doversi giocare tutto in una volta sola probabilmente ha giocato a favore di chi pensava di avere meno da perdere’’.

   Entusiasta della vittoria dei suoi, ma attento a osservare tutti i candidati all’azzurro, il tecnico del Posillipo Rodolfo Vastola che da quest’anno è anche coordinatore tecnico delle nazionali e tecnico di quella senior maschile. ‘’Dopo due anni – si rallegra Vastola - siamo tornati a vincere e con non poche difficoltà, sia per gli avversari sempre fortissimi sia per il percorso molto lungo che abbiamo dovuto affrontare partendo dai quarti. Per questo tutti sono stati molto, molto bravi. E’ una fortuna avere un gruppo di 10 ragazzi che hanno sempre dato la loro disponibilità per tutto l’anno nonostante i tanti problemi personali che ciascuno di loro sicuramente ha’’.

Da coordinatore tecnico, entro domani Vastola dovrà indicare i nominativi per le squadre da iscrivere agli europei in programma a Madrid dal 9 all’11 settembre. E da coordinatore si augura che la canoa polo in Italia prosegua nella crescita iniziata e che l’ha portata a raccogliere soddisfazioni agli europei e ai mondiali. ‘’Dobbiamo investire sui giovani – raccomanda – allargare la base per avere un movimento più consistente su cui contare in futuro. Perché il nostro, rispetto a 20 anni fa,  è diventato uno sport a tutti gli effetti con le stesse esigenze di tempi e di preparazione che possono avere discipline più pubblicizzate. Non possiamo non tenerne conto’’.

 

 

 

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004