Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

SLALOM: MOLMENTI VOLA A LONDRA, FINISCE IN PARITA'TRA GIAI PRON E PRENDIN

Leggi dopo

molmentiapplausoIl campo gara di Tacen (Slovenia) ha emesso i suoi verdetti: Daniele Molmenti vola a Londra 2012 dopo aver vinto la selezione odierna, quella di ieri e in virtù del vantaggio acquisito in occasione della qualifica del posto barca ai mondiali di Bratislava dello scorso anno. Al femminile la sfida tra Clara Giai Pron e Angela Prendin si chiude invece in parità. La Giai Pron aveva vinto una settimana fa e si è ripetuta oggi a Tacen; la Prendin aveva invece vinto ieri e poteva vantare il fatto di aver conquistato il posto barca, come Molmenti, ai mondiali 2011. 2-2 dunque al termine delle selezioni e decisione ancora in bilico.

 

“Per Molmenti c’è la certezza che sarà lui l’azzurro a rappresentare l’Italia nel K1 ai giochi di Londra – sottolinea il dt azzurro Mauro Baron – al femminile invece ci prendiamo del tempo per decidere in virtù dei risultati delle selezioni che ci mettono di fronte ad una situazione di parità. Analizzeremo quanto accaduto, consapevoli che sia Clara Giai Pron che Angela Prendin hanno fatto fin qui un ottimo cammino. Con entrambe e assieme a Daniele Molmenti nei prossimi giorni partiremo per Londra per affrontare un altro periodo di allenamenti sul canale olimpico.”

 

Tornando alla gara odierna nella prova del K1 maschile Molmenti vince prima la semifinale e si ripete poi anche in finale. Il pordenonese della Forestale, campione europeo in carica, chiude in 94.93 e precede di 2.09 il francese Thomas Bersinger e di 2.65 un comunque ottimo Riccardo de Gennaro, bresciano in lizza fino all’ultimo per il posto a cinque cerchi. Fuori dal podio lo sloveno Jure Meglic, solo quarto al traguardo, ottimi invece i piazzamenti di Andrea Romeo (5°), Lukas Mayr (6°) e Diego Paolini (8°). Nella prova del K1 femminile è autoritaria la finale di Clara Giai Pron. La piemontese del CUS Torino chiude in 111.00 precedendo di 2.02 la slovena Ursa Kragelj e di 3.06 Nina Mozetic. L’altra azzurra in lotta per il posto a cinque cerchi, Angela Prendin del CC Mestre, si ferma in ottava posizione con il tempo di 121.01. In finale anche Chiara Sabattini che in 122.10 si inserisce in decima posizione.

“Ho fatto una gran gara oggi – sottolinea Daniele Molmenti che già stasera partirà per Londra – anche ieri è andata bene ma oggi ho migliorato ulteriormente. Dispiace solo che anche in quest’occasione io mi sia causato da solo un bel po’ di stress dopo aver fallito la prima prova di una settimana fa. Stress che indubbiamente ha influito ma lo prendo comunque come un allenamento ulteriore in vista di Londra, appuntamento durante il quale la tensione non mancherà. Non è stata una settimana facile ma il risultato mi ha premiato. Sono state prove tiratissime e soprattutto Riccardo de Gennaro ha fatto delle grandi gare, rendendo questa qualifica tutt’altro che una passeggiata. Noi due e Giovanni de Gennaro avevamo sbagliato comunque gara a Solkan; in questo weekend invece sono riuscito a spuntarla e già stasera sarò in viaggio per Londra.”

 

A completare la collezione di medaglie d’oro ottenute oggi dai colori italiani c’è il primo posto nella finale del C2 dell’equipaggio della Forestale composto da Erik Masoero e Andrea Benetti. I due precedono gli sloveni Bozic/Taljat mentre si ferma al quinto posto la finale di Pietro Camporesi e Niccolò Ferrari, portacolori del CC Bologna e staccati dai primi di 3.45.

 

Positiva anche la finale del C1 maschile. A vincere è lo sloveno Benjamin Savsek davanti al connazionale Anze Bercic. Terzo posto a 1.18 dal leader per il sublacense Roberto Colazingari; sesto posto invece per il bolognese della Marina Militare Stefano Cipressi, attardato rispetto ai vincitori di 2.92.

 

“La prova di squadra è stata davvero positiva – continua il dt azzurro Mauro Baron – tre medaglie d’oro in casa degli sloveni non è cosa da tutti i giorni. Nella finale del K1 maschile abbiamo piazzato ben cinque atleti, al femminile la qualità è cresciuta ulteriormente e per l’ennesima volta le canadesi si sono dimostrate all’altezza del compito a cui saranno chiamate a rispondere, quello cioè di conquistare il pass olimpico ai prossimi europei di Augsburg. Partiremo per Londra con Molmenti, Giai Pron e Prendin mentre da mercoledì Colazingari, Cipressi, Masoero, Benetti, Camporesi e Ferrari saranno ad Augsburg per preparare al meglio l’appuntamento continentale di maggio.”

 

 

Selezioni avvincenti e tiratissime, sotto gli occhi del Presidente FICK Luciano Buonfiglio giunto a Tacen per sostenere gli atleti.

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004