Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

AZZURRI AL LAVORO SOTTO LA PIOGGIA; MOLMENTI: "SENSAZIONI POSITIVE"

Leggi dopo
danielemolmentileevalleyNonostante la pioggia prosegue senza sosta il lavoro degli slalomisti azzurri sul canale di Londra. Nella pausa tra i due test in programma oggi sentiamo Daniele Molmenti che ha primeggiato  con un ex aequo in percentuale con Clara Giai Pron nella mini gara organizzata dallo staff azzurro.

“Sto sentendo sensazioni positive su questo canale; avevo due obiettivi – sottolinea Daniele – capire i ritmi gara del percorso innanzitutto e capire se e in che modo avrei potuto modificare qualcosa nella mia barca per renderla ancor più performante. Ad oggi devo dire che nonostante prove ed esperimenti, sono soddisfatto di quella che mi ha portato a vincere il mondiale lo scorso anno; questo raduno mi è servito insomma ad avere un’ulteriore consapevolezza sul fatto che la barca con cui gareggio è per me la migliore. Adesso andrò a Praga con l’intenzione di far bene; cercherò di vivere però la gara in maniera un po’più easy visto che da qui al mondiale di Bratislava le tensioni e le pressioni non mancheranno. Al campionato del mondo dovrò difendere il titolo e non sarà facile, a Praga cercherò di dare il massimo senza pressioni; con i punti in palio c’è ancora la possibilità di portare a casa un buon piazzamento anche in coppa, magari anche sul podio.”

Tante situazioni vissute e affrontate in questo raduno londinese per Daniele Molmenti: “Ho avuto modo di allenarmi assieme ai miei compagni di nazionale e a tanti amici e avversari di altri paesi. Con Giovanni de Gennaro e Omar Raiba abbiamo provato anche qualche combinazione a squadre per provare tempi e ritmi. Con loro non ho mai gareggiato prima, siamo una squadra nuova e avevamo bisogno di questi test. In questi giorni ho visto molto Kauzer, Vradilek, Walsh e tanti altri atleti; mi aspettavo di più dai britannici che conoscendo il canale pensavo potessero fare meglio. Per il momento non mi hanno impressionato.”

Tanti aspetti positivi per l’azzurro a Londra, ma anche qualche fastidio fisico: “Il problema al collo è sotto controllo anche se di tanto in tanto torna ad infastidirmi. Cerco di fare il possibile per limitare i disagi ma è chiaro che abituato come sono a spingere al top da anni di tanto in tanto qualche acciacco si fa sentire. Sono il “vecchietto” del raduno; un raduno in cui il clima è sereno e questo anche grazie all’entusiasmo dei tanti e nuovi giovani che sono approdati in squadra. A volte mi fanno sentire un po’troppo maturo (ride, ndr) ma tutto sommato è piacevole”.

In ultima analisi uno sguardo ai prossimi obiettivi: “A Bratislava dovrò dare il massimo e dimostrare ancora una volta il valore che mi caratterizza e che in tante altre occasioni ho fatto vedere. Sto apprezzando molto il modo di intendere lo sport che hanno qui. Nel campus universitario dove siamo alloggiati mi ha impressionato la quantità di campi sportivi, impianti, palestre e simili, tutte strutture che permettono ai giovani di avvicinarsi allo sport senza problemi. Se fosse così anche in Italia credo che anche la nostra disciplina ne trarrebbe importanti benefici”.

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004