Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

VELOCITA': IL PROGETTO MONDIALE 2015 PARTE DALL'IDROSCALO DI MILANO

Leggi dopo

milano2opkLa canoa italiana e l’Idroscalo di Milano al centro del mondo, verso le Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016. E’stato presentato questa mattina il “Progetto Mondiale 2015” che dai campionati italiani in programma da venerdì all’Idroscalo di Milano si concluderà con l’organizzazione dei Campionati del Mondo di canoa e paracanoa velocità in programma dal 13 al 20 agosto 2015 sempre sul bacino milanese, in concomitanza peraltro con l’Expo, e validi peraltro come qualificazione olimpica per i giochi di Rio de Janeiro 2016.

Un Progetto che ha preso il via con la presentazione della candidatura e la scelta da parte dell’International Canoe Federation, avvenuta a Parigi il 15 aprile 2011, di premiare Milano assegnandogli l’organizzazione del Mondiale 2015 ma non solo. All’Idroscalo, dal 2 al 4 maggio 2014, andrà in scena infatti anche una prova di Coppa del Mondo, l’unica peraltro aperta anche alla paracanoa vista la predisposizione già al top dell’impianto per gli atleti con disabilità.

Nel corso della conferenza stampa odierna presso la sede del Coni Milano di via Piranesi, organizzata peraltro alla vigilia dei Campionati Italiani Assoluti che da venerdì a domenica animeranno le acque dell’Idroscalo, si sono dunque approfonditi i temi di un biennio che chiamerà la Federazione Italiana Canoa Kayak, l’Idroscalo Club, le istituzioni, gli sponsor e tutti i canoisti italiani ad un impegno costante e massiccio. E’stato anche lanciato il sito www.milanworldcanoesprint.com, portale internet realizzato da Coninet che di giorno in giorno fornirà notizie, immagini, video e aggiornamenti sul cammino di avvicinamento alla World Cup 2014 e ai World Championships 2015.

La grande canoa torna dunque all’Idroscalo: dopo i Mondiali di canoa velocità del 1999, gli Europei del 2001 e del 2008 e i Mondiali di canoa polo del 2010 il bacino milanese torna ad ospitare altri due grandi eventi di respiro internazionale.

LE DICHIARAZIONI

Adriano Pucci Mossotti - Vicepresidente Coni Lombardia: “Questi campionati sono molto importanti per la qualità tecnica ma anche da un punto di vista sociale e del coinvolgimento della popolazione. Dai campionati italiani torneremo a respirare aria di grande sport che si farà sempre più tricolore e positiva mano a mano che ci avvicineremo al Mondiale del 2015.

Adriano Alessandrini - Sindaco di Segrate: “Stiamo cercando nel nostro piccolo di promuovere sempre di più questa disciplina tanto che vogliamo realizzare nel centro della città una serie di strutture all’avanguardia dove poter svolgere tutte le attività relative alla canoa coinvolgendo il maggior numero di persone possibili. Per vincere medaglie è fondamentale avere le strutture.”

Chiara Bisconti - Assessore allo sport e tempo libero del comune di Milano: “I grandi eventi a Milano non mancano ma il mondiale di canoa, nel 2015 e dunque in concomitanza con l’Expo, è un qualcosa che ci inorgoglisce e responsabilizza al tempo stesso. Stiamo lavorando in squadra ed è assolutamente produttivo e vincente il fatto di essere riusciti a mettere in successione grandi eventi (italiani, coppa del mondo e mondiali) per valorizzare con progettualità lo sport della canoa ma anche Milano, il territorio e l’Idroscalo.”

Alberto di Cataldo - Direttore Progetto Idroscalo e Sport Provincia di Milano: “L’Idroscalo e la città di Milano tornano ad essere ancora una volta teatro di grandi eventi. Esprimo la mia gratitudine al Presidente Buonfiglio che ci sta aiutando a realizzare un’operazione davvero molto difficile e importante per noi. Grazie ad una squadra di dipendenti pubblici l’Idroscalo ha raggiunto un livello di eccellenza che in vista dell’Expo 2015 è già alto ma che dobbiamo comunque migliorare ulteriormente.

Antonio Rossi - Assessore allo sport regione Lombardia: “Nel 2008 con il K4 e da atleta conquistai la qualificazione olimpica pagaiando proprio all’Idroscalo, nel corso dei campionati europei. So bene cosa significa per un atleta italiano avere la possibilità di gareggiare in casa. E quest’occasione per i nostri azzurri è da sfruttare in maniera assoluta. L’Idroscalo torna ad essere fulcro della canoa mondiale in una sinergia ideale con le attrattive che ha di per sè una città come Milano. Come istituzioni dobbiamo lavorare assieme, in un’unica direzione, per dare voce allo sport e alle emozioni che solo i nostri atleti sanno regalarci.”

Luciano Buonfiglio - Presidente Federcanoa e Vicepresidente CONI: “Vogliamo che il nostro cammino verso Milano 2015 sia chiaro a tutti. Per la nostra candidatura abbiamo curato tutti i dettagli, abbiamo presentato un dossier completo e coinvolto una squadra di professionisti. Prima degli appuntamenti internazionali vivremo in questo fine settimana le emozioni dei campionati italiani durante i quali coinvolgeremo circa 1200 atleti. A maggio 2014 con la Coppa del Mondo saranno altrettanti gli atleti da tutto il mondo coinvolti, compresi quelli per la paracanoa. E poi nel 2015 i Mondiali. Numeri di un biennio di eventi che ci vedrà protagonisti.”

WEEKEND DI CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI, AZZURRI PRONTI

Tanti i temi di interesse per l’imminente weekend tricolore. Innanzitutto la possibilità di rivedere da vicino gli azzurri reduci dal recente mondiale di Duisburg: Sergiu Craciun, quarto al mondiale di Duisburg ad un soffio dalle medaglie, sarà chiamato a riconfermarsi il migliore in Italia con la consapevolezza però che non sarà facile vista la fame di vittoria dei suoi avversari. Luca Incollingo, Daniele Santini e Nicolae Craciun, Mattia Roson ma non solo, sono alcuni dei big sui quali puntare per i titoli tricolori nel settore canadese.

Nel kayak massima attenzione ai velocisti Manfredi Rizza, Mauro Pra Floriani e Riccardo Cecchini, ma anche agli specialisti della lunga distanza come Maximilian Benassi e Alberto Ricchetti, senza dimenticare Giulio Dressino e gli azzurri che a Duisburg hanno portato il K4 ad una vittoria in finale B che rappresenta un primo passo per far bene anche per la lotta alle medaglie: Luca Piemonte, Albino Battelli, Mauro Crenna e Nicola Ripamonti sono i quattro sui quali lo staff azzurro guidato da Mauro Baron ha puntato a Duisburg per provare a far volare il K4.

Accanto a loro però la rosa dei candidati al titolo italiano è molto ampia. Determinate e ad un passo dai risultati che contano anche le pagaiatrici italiane: Norma Murabito, Sofia Campana, Cristina Petracca, Agata Fantini e Francesca Capodimonte hanno lottato sulle acque tedesche del bacino di Duisburg; ora a Milano le attende un’ulteriore sfida con il resto del movimento della canoa in rosa.

E massima attenzione anche alla paracanoa. Perchè sarà interessante vedere Pier Alberto Buccoliero, bronzo al mondiale di Duisburg, ma anche Veronica Yoko Plebani che in Germania ha sfiorato il podio chiudendo al quarto posto o il veterano e già più volte medagliato mondiale Andrea Testa.

Si comincia venerdì mattina dalle 08.30 con le batterie di qualificazione sui 1000 metri e nel pomeriggio stesso semifinali e finali; programma identico, ma sui 500 per sabato e sui 200 per domenica. Dettagli, informazioni e risultati in diretta al sito www.federcanoa.it

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004