Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

GARA INTERNAZIONALE DI IVREA: ALLO STADIO DELLA CANOA DE GENNARO E HORN LEADER

images/Slalom/large/Ivrea_10_aprile_2021.JPG
CANOA SLALOM

Allo "Stadio della Canoa" di Ivrea, cala il sipario sulla prima giornata di gare internazionali. Uno spettacolo che, dopo il difficile anno dettato dalla pandemia da coronavirus, riporta la migliore canoa slalom sulle acque del canale eporediese. 

Occasione colta da diverse rappresentative straniere tra cui Germania, Repubblica Ceca, Austria, Slovacchia, Francia, Ungheria, Ucraina, Svizzera e persino la Russia, giunte sulla Dora per testare il percorso del prossimo Campionato Europeo valido come ultimo atto di qualificazione olimpica, in scena dal 6 al 9 maggio sul canale tricolore.

A conclusione della prima giornata di gare - composta da due manche al termine delle quali, ai fini della classifica e relativa premiazione, è stata presa in considerazione la migliore performance - gli italiani dimostrano un ottimo stato di forma conquistando diversi podi. 

Sventola il tricolore nel K1 senior maschile con il fuoriclasse bresciano Giovanni De Gennaro (CS Carabinieri) che, dopo una prima prova in sordina, si impone nella classifica generale grazie al tempo di 83,19 ottenuto in seconda manche. L’azzurro con una prova rapida e precisa lascia dietro, con uno scarto di 1.20, il campione ceco Vit Prindis, medaglia d’argento. In azzurro anche la terza posizione, con Zeno Ivaldi (GS Marina Militare) bronzo in 84,94 grazie ad una ottima prima manche. Da menzionare l’ottima gara odierna del meranese Jakob Weger, quarto tempo (e terzo azzurro) con il miglior corno di giornata sul 85,62.

La prova del C1 maschile vede in vetta una doppietta slovacca: Alexander Slafkovsky chiude da leader in entrambe le manche e conquista l’oro con il miglior crono registrato sul 89,81; mentre a seguire in seconda posizione troviamo il compagno di squadra Matej Benus a 4 centesimi (89,85). Bronzo e migliore azzurro di giornata è Raffaello Ivaldi (GS Marina Militare), che secondo i criteri selettivi odierni si aggiudica il biglietto per l’importante prova continentale a caccia dell’ultimo pass olimpico. Tra gli italiani si registra il quinto posto di Roberto Colazingari (CS Carabinieri) ed l’undicesimo del giovane Flavio Micozzi (CC Subiaco).

Con una impeccabile prova, è l’azzurra Stefanie Horn (GS Marina Militare) ad indossare l’oro nella gara dedicata al K1 femminile. Con eleganza e maestria chiude le due manche senza sbavature e registra il tempo che le vale l’oro (93,73) nella seconda prova. L’austriaca Corinna Kuhnle si accontenta dell’argento con il tempo di 94,42, dopo un salto di porta collezionato in prima discesa. Terza la ceca Veronika Vojtova, grazie al crono di 97,19.

La prova del C1 femminile vede al collo di Elena Borghi la medaglia di bronzo. La ferrarese del CS Carabinieri, segna un 108,44 in prima manche e si dimostra la migliore performance azzurra nella nuova disciplina olimpica, che a Tokyo 2020 farà il suo esordio. Sul gradino più alto del podio Tereza Fiserova, oro in 102,16, seguita dalla compagna ceca Gabriela Satkova, argento a + 2.26. Tra le italiane, quarta Marta Bertoncelli (CS Carabinieri), per 5 decimi ai piedi del podio.

Banco di prova di caratura internazionale anche per le categorie Junior, che in questo fine settimana vedranno l’ultimo atto selettivo per la definizione della squadra che prenderà parte al Campionato del Mondo di categoria in programma a Lubiana (SLO) dal 6 all’ 11 luglio.

Migliore italiano in gara nella prova del C1 junior maschile è Martino Barzon (CC Verona), che dopo una difficile prova d’esordio caratterizzata da ben tre salti di porta, chiude la seconda manche in 103,52 conquistano il bronzo ed il ter zo posto in classifica. Prima e seconda posizione portata a casa dalla Repubblica Ceca con Martin Kratochvil (94,08) e Adam Kral (101,14). Al femminile, sempre nel C1 junior, nonostante qualche sbavatura di percorso è l’azzurra Elena Micozzi (CC Subiaco) ad avere la meglio grazie al tempo della prima discesa chiusa in 112,01. A completare il podio le sorelle Kneblova, Tereza e Klara, rispettivamente in seconda (115,62) e terza posizione (119,08). Sempre la Repubblica Ceca, con sorelle Kneblova, bissa il successo nella prova del K1 junior femminile, realizzando prima e seconda piazza davanti all a Svizzera di Zoè Frey, bronzo. Ai piedi del podio in quarta posizione, prima delle azzurre, Lucia Pistoni (Ivrea CC). Nel K1 junior maschile vince il ceco Martin Rudorfer (91,61), mentre a salire sul secondo gradino del podio è l’atleta di casa Matteo Pistoni (CC Ivrea), medaglia d’argento con il tempo di 92,01 messo a segno in seconda manche. Bronzo per il CC Bologna di Gabriele Grimandi (92,71).

Domani si torna in azione, sempre tra le spettacolari acque della Dora, per la seconda e ultima giornata di gare e per primi verdetti del Direttore Tecnico Daniele Molmenti: al termine della prova dell’11 aprile verranno diramati i nomi degli atleti selezionati nella cat. senior che parteciperanno ai Campionati Europei validi come qualificazione Olimpica e alle prime due prove di Coppa del Mondo previste il secondo e terzo weekend di giugno tra Praga (CZE) e Markleeberg (GER). 

RISULTATI COMPLETI

Foto Massimo Sardo/Canoa Club Ivrea