Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

ALL'IDROSCALO DI MILANO SI CONCLUDONO LE PRIME GARE DI SELEZIONE, DOMANI I TRICOLORI DI FONDO

images/1-Ufficio-Stampa/large/119510271_10157575631577717_7422869934975310799_n.jpg
CANOA VELOCITA'

Va in archivio con le ultime gare sui 500 metri la due giorni di prove di selezione dedicata alla canoa velocità. Dopo il lungo periodo di collegiali invernali, giovedì sono scesi in acqua tutti i migliori atleti italiani al primo banco di prova di questo 2021. Samuele Burgo vince il K1 1000m e 500m, Carlo Tacchini primeggia nella distanza olimpica del C1 1000m mentre è Nicolae Craciun ad imporsi sui 500m, Francesca Genzo è la più veloce nel K1 200m femminile e Agata Fantini è invece leader sui 500m, mentre al maschile è il pavese Manfredi Rizza ad imporsi nella gara del K1 200m.

A margine della prova la direzione tecnica ha definito la rosa degli azzurri che prenderanno parte al raduno previsto dal 6 al 23 aprile a Mantova, prima della Gara Internazionale di Milano in programma il prossimo 24-25 aprile e valida come ultima prova indicativa. Sarà in quell’occasione che il D.T. Oreste Perri scioglierà le riserve sulla formazione degli equipaggi azzurri che affronteranno l’esordio stagionale nella penultima finestra di qualificazione olimpica e nella prima prova di Coppa del Mondo, entrambe in programma a Szeged dal 12-16 maggio. 

CATEGORIA SENIOR

1000m

Nel K1 maschile il podio è tutto targato Fiamme Gialle: Samuele Burgo domina con autorità la gara regina dei 1000m in 3’29.63; a dargli filo da torcere, con una prova di grande rilievo, è Andrea Schera, secondo a solo 7 decimi, mentre a chiudere il podio giallo-verde, in terza posizione, troviamo Luca Beccaro (3’31.45). Podio interamente conquistato delle Fiamme Oro quello del C1 1000m maschile con Carlo Tacchini (GS Fiamme Oro) che non delude le aspettative e in 3’50.97 si impone confermando il suo valore da singolista. Subito dietro a 8 decimi taglia il traguardo Sergiu Craciun, secondo in 3'51.78, Daniele Santini invece completa conquista la terza posizione con il tempo di 3’53.11.

200m

In una delle gare più emozionanti del programma di gara, Manfredi Rizza domina la scena sui 200 metri. Il velocista pavese, sotto il vessillo dell’Areonautica Militare, chiude con il tempo di 34.71, lasciando al talento della SC Trinacria Andrea Domenico Di Liberto il secondo posto (34.84), con un solo decimo di secondo di scarto. Terza posizione in 34.86 per il giovanissimo del CC Livorno, classe 2002, Flavio Spurio, all’esordio in massima categoria. Tra le donne, primeggia sulla breve distanza è Francesca Genzo (GS Fiamme Azzurre) che si conferma la migliore velocista azzurra con il tempo di 41.14, battendo con un vantaggio di 5 decimi Irene Bellan (41.63) , al suo esordio con la maglia delle Fiamme Oro. Susanna Cicali, per le Fiamme Azzurre, termina terza sul traguardo con il crono di 42.10. La canadese monoposto femminile annovera come miglior tempo quello di Claudia Fabiola Benvegnù (Padova Canoa), che sulla breve dei 200m chiude in 53.08, davanti rispettivamente a Jessica Schiff (Canoa San Giorgio) e Marta Zanotti (Can. Mutina).

500m

Tra i risultati di maggior rilievo sui 500m troviamo ancora una volta quello del K1 di Samuele Burgo (Fiamme Gialle), che si conferma il più veloce anche sulla mezza distanza in 1’38.89 davanti ad Alessandro Gnecchi (GS Carabinieri), secondo in 1’39.26 e al compagno di squadra Andrea Schera (Fiamme Gialle), terzo con il crono di 1’39.97. Nella finale del K1 500m femminile è Agata Fantini (Marina Militare) a vincere in 1'53.84 con poco più di un secondo di vantaggio su Irene Bellan (Fiamme Oro), seconda in 1'55.49. Terza Susanna Cicali (1'56.07) per le Fiamme Azzurre. Nella canadese monoposto maschile spicca il nome Nicolae Craciun (Fiamme Oro) che con il tempo di 1’49.76 precede di 8 decimi Carlo Tacchini. Il verbanese delle Fiamme Oro è secondo in 1'50.61, mentre ad occupare la terza piazza è il compagno di squadra Mattia Alfonsi (1’50.88). Si ripete Claudia Fabiola Benvegnù (Padova Canoa) nella canadese monoposto femminile fermando il cronometro sul tempo di 2'20.39 che le vale la prima posizione davanti a Jessica Schiff (Canoa San Giorgio).

CATEGORIA JUNIOR

1000m

Canottieri Mestre leader con Luca Gasparini, primo nella prova del K1 1000m in 3’42.37. L’atleta veneto, classe 2003 al secondo anno in categoria junior, si impone per sette decimi su Gabriele Duchini (CC Aniene), mentre il bronzo va al collo di Achille Spadacini per la Polisportiva Verbano (3’45.79). Medaglia d’oro per il CUS Torino di Marco Tontodonati (4’10.26) nella prova del C1 1000m, con il giovane talento piemontese che sul traguardo lascia dietro di sé la Canottieri Eur di Edoardo Pontecorvo, argento in 4’10.61.

200m

La Canottieri Ticino Pavia porta sotto i riflettori un altro giovane velocista, il diciassettenne Matteo Bazzano, che con il crono di 37.75 domina la scena del K1 200m junior, precedendo Federico Antrenori del CC Livorno (37.85) e Tommaso Mucelli del CC San Donà (38.49). Tra le donne a farla da padrone nel K1 200m è la barese Alessandra Centrone (CC Barion), che affronta con determinazione la categoria superiore e nonostante la sua giovanissima età primeggia in 43.99, lasciando argento e bronzo rispettivamente a Giada Rossetti, in acqua per la Canottieri Timavo (44.70) e a Eva Gyertyanffy, con il Remiera Peschiera (44.89). Il C1 200 vede il Canoa San Giorgio di è Jessica Schiff  al comando in 54.78, dopo un arrivo sul fotofinish con Clarissa Farina (CKC Le Saline) argento a meno di un decimo di distacco.

500m

Luca Gasparini (Canottieri Mestre) con il tempo di 1’43.62 è il migliore anche nel K1 500m, precedendo ancora una volta il CC Aniene di Gabriele Duchini (1’45.10) e il Canoa San Giorgio di Federico Zanutta (1’45.20), rispettivamente in seconda e terza posizione. Ad imporsi invece al femminile è Giada Rossetti con i colori della Canottieri Timavo (2’00.20), davanti alla compagna di squadra Margherita Valerosi (2’01.26). In terza posizione Giorgia Lacalamita, giovane interprete del sodalizio remiero della Marina Miltare (2’01.61). Leader nella prova del C1 maschile è ancora una volta il Cus Torino con una doppietta oro-argento a firma di Filippo Ferrero Poschetto (1’56.79) e Marco Tontodonati (1’59.10). Terzo tempo per Edoardo Pontecorvo (1’59.72) in gara per la Canottieri Eur. Tra le ragazze, a farla da padrone nel C1 è Jessica Schiff (Canoa San Giorgio), dopo una agguerrita lotta sul traguardo con Francesca Vigorito (Can. Mestre), seconda per solo 2 decimi.

PARACANOA 

In gara anche gli atleti della paracanoa per il primo confronto stagionale in gara. Un primo appuntamento importante per la direzione tecnica al fine di valtare il lavoro effettuato nei raduni invernali. Anche per la paracanoa, la Gara Internazionale di Milano del 24-25 aprile rappresenterà l’atto decisivo prima della Coppa del Mondo di Szeged, ultima possibilità per ottenere i pass paralimpici, e tentare di qualificare ulteriori barche (oltre le già qualificate KL1, KL2 e VL2) alla Paralimpiade di Tokyo. 

Buono l’esordio per Gabriel Esteban Farias (L. Bissolati) nel KL1 200m maschile, primo in 46.51. L’azzurro dovrà solo riconfermare le proprie prestazioni e allenarsi per l’obiettivo a cinque cerchi, avendo già qualificato l’imbarcazione nel mondiale 2019. Prima gara ufficiale della stagione anche per il KL1 di Eleonora De Paolis (CC Aniene), che invece dovrà lavorare per il ripescaggio paralimpico di Szeged. Veronica Silvia Biglia nel VL2 porta al primo posto il CUS Torino in 1’07.90, anche per lei, con il pass paralimpico già in tasca si lavora per perfezionare la distanza di gara. Francesco d’Angelo, per lo Jomar Club, precede tutti sul traguardo del KL2 senior maschile. Il suo 46.85 è il miglior tempo, seguito dal 48.59 di Marius Bodgan Ciustea (AISA Sport) e dal 50.78 di Francesco Vallon, al suo esordio in gara (SKC Monfalcone). Medaglia d’oro per Amanda Embriaco (Can. Sanremo) nel KL3 senior femminile con la pagaiatrice ligure che ferma il cronometro sul 51.85 precedendo al traguardo Daniela Pierri (GS Fiamme Oro). L’atleta di casa, Mirko Nicoli (Idroscalo Club) ottiene il miglior tempo nella gara del VL3 maschile in 51.24, davanti alla coppia dell’Aisa Sport composta da Giuseppe Di Gaetano, medaglia d’argento e Marius Bodgan Ciustea, medaglia di bronzo. Kwadzo Klokpah con i colori della Canottieri Lecco centra la vittoria del KL3 con il tempo di 43.03.

CAMPIONATO ITALIANO DI FONDO: SABATO SI ASSEGNANO I TITOLI TRICOLORE

Sabato 3 aprile l’Idroscalo di Milano sarà ancora la centro della scena ospitando oltre 800 atleti, in rappresentanza di 79 società, che si daranno battaglia per conquistare il titolo tricolore nel Campionato Italiano di Fondo sui 5000m nelle diverse categorie. In acqua anche gli atleti della paracanoa, chiamati a misurarsi per il titolo nelle distanze dei 2000m, 3000m e 5000m a seconda della categoria di appartenenza. In gara tutti i big, in rappresentanza delle maggiori società italiane con la prima gara valida per il titolo italiano alle ore 08:30. Sarà un programma di gare intenso e corposo che si concluderà con l’ultima partenza prevista alle ore 14.40.

RISULTATI E AGGIORNAMENTI ON LINE

Da giovedì a sabato le gare si potranno seguire grazie al servizio di risultati on line al link: http://bit.ly/2FPDxAH.

Il fine settimana sarà coperto anche da aggiornamenti sui social federali FACEBOOK e INSTAGRAM.